Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicurezza stradale, il Campidoglio lancia gli “autobus-spia”

Arrivano gli “spy-bus”, gli autobus spia: per aumentare la sicurezza stradale e limitare gli incidenti che coinvolgono i mezzi pubblici in città 270 veicoli Atac saranno muniti di telecamere dotate di tecnologia Roadscan. Un sistema di videosorveglianza che consentirà di registrare ciò che accade in strada e di ricostruire la dinamica di eventuali incidenti. Il protocollo d’intesa tra Ania e Atacsiglato oggi in Campidoglio dal presidente di Ania, Sandro Salvati e dall’amministratore delegato di Atac, Carlo Tosti alla presenza dell’assessore capitolino alla Mobilità, Antonello Aurigemma nasce dall’esigenza di limitare l’incidenza di sinistri a Roma, dove ogni mezzo pubblico è coinvolto in più di un incidente stradale l’anno. «L’amministrazione capitolina ritiene prioritario investire energie e risorse nella sicurezza stradale – ha spiegato Aurigemma – per questo abbiamo già promosso importanti iniziative di prevenzione». Con il protocollo, «riusciremo a garantire una maggiore sicurezza durante il servizio – ha detto Tosti – e dall’altro saremo in grado di ridurre i costi aziendali relativi ai contenzioni che coinvolgono i nostri mezzi».

Fonte: www.online-news.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *