Questo articolo è stato letto 0 volte

Fermato due volte senza patente, rischia una multa di 17mila euro

Un 64enne guidava auto e ciclomotore senza il permesso di guida (sospeso a tempo indeterminato) e senza assicurazione. Era anche ubriaco

VICENZA – Privo di patente, perché sospesa a tempo indeterminato, incappa per due volte in pochi giorni in una pattuglia della polizia locale. La sua auto e il suo motorino non sono assicurati e in più guida il ciclomotore in stato di ebbrezza. Ora rischia una maximulta fino a 17 mila euro. Protagonista della vicenda, un vicentino di 64 anni fermato una prima volta alle 18.35 di venerdì 29 luglio dagli agenti che controllavano il traffico nella zona di viale D’Alviano. L’uomo è risultato essere senza patente: gli era infatti stata sospesa a tempo indeterminato dalla motorizzazione civile ai primi di luglio, dopo che aveva esaurito tutti i punti a disposizione a causa delle infrazioni commesse e non si era presentato all’esame di idoneità tecnica. Non solo: l’assicurazione obbligatoria della Ford Fiesta che stava guidando era scaduta. Ciò ha comportato una sanzione di 798 euro per l’assenza di assicurazione e la segnalazione dell’automobilista alla prefettura per circolazione con patente sospesa, con sanzione da determinare a cura del prefetto da un minimo di 1.886 euro ad un massimo di 7.546 euro, oltre al sequestro dell’auto ai fini della confisca. Lunedì 1 agosto alle 12.40 il sessantaquattrenne è stato nuovamente sorpreso alla guida di un altro veicolo nella zona di via Legione Antonini. Questa volta il vicentino era in sella ad un ciclomotore, anch’esso non assicurato. L’uomo è stato nuovamente segnalato alla prefettura per guida con patente sospesa (altra multa da 1.886 a 7.546 euro, a seconda delle decisioni del prefetto), è stato sanzionato per circolazione senza assicurazione obbligatoria (altri 798 euro) e, come se non bastasse, ha ricevuto un’ulteriore sanzione di 500 euro perché guidava il ciclomotore con un tasso alcolemico superiore al consentito. Anche il motorino gli è stato sequestrato ai fini della confisca. 

Fonte: corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *