Questo articolo è stato letto 1 volte

Monza, lavori socialmente utili per chi guida in stato di ebbrezza

Chi non provoca incidenti potrà sostituire la pena o la multa con l’impegno 6 ore settimanali di impegno sociale. In cambio sarà dimezzata la sospensione della patente e restituita l’auto

Chi sarà sorpreso in Provincia di Monza a guidare in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, senza però aver provocato incidenti stradali, potrà decidere di sostituire la pena detentiva o pecuniaria in lavori gratuiti di pubblica utilità negli enti pubblici del territorio. E’ quanto stabilito oggi con la sigla dell’accordo quadro tra Provincia, Tribunale di Monza, Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, Camera Penale, Csv (Centro servizio per il volontariato) di Monza e Brianza e Confcooperative.

L’accordo permette ai condannati per reati al codice della strada di scegliere se scontare la pena prevista o svolgere in cambio lavori di pubblica utilità. Chi ne farà richiesta potrà così ottenere il dimezzamento del periodo di sospensione della patente di guida, la restituzione della macchina di proprietà e l’estinzione del reato.

Il lavoro può riguardare il servizio di affiancamento ai vigili urbani, l’assistenza all’uscita delle scuole o durante il trasporto scuolabus, l’attività a tutela del patrimonio ambientale o culturale, la manutenzione del verde pubblico o a sostegno dei diversamente abili, degli anziani e delle persone in situazione di disagio. Saranno non più di sei le ore di lavoro settimanale, da svolgere con modalità e tempi che non pregiudichino le esigenze di lavoro, di studio, di famiglia e di salute del condannato.

Fonte: milano.repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *