Questo articolo è stato letto 0 volte

Roma – Anche la municipale non va in ferie: “A Ferragosto 50 pattuglie in più”

Monitorate le zone della movida, da Trastevere a San Lorenzo fino a Ostia. In strada ci saranno 110 unità in più rispetto alle solite  e oltre 300 vigili impegnati h 24 sul territorio

Nella settimana di Ferragosto a Roma ci saranno 50 pattuglie in più della polizia municipale per monitorare 24 ore su 24 i luoghi della movida e non solo. Gli agenti saranno concentrati nelle zone più ‘calde’ del centro storico e del XIII municipio (Ostia) senza tralasciare quartieri come il Pigneto e San Lorenzo. Ad illustrare il programma operativo nella settimana centrale del mese è stata la vicecomandante del Corpo Donatella Scafati, durante l’incontro con la vicesindaco Sveva Belviso nella sede in via Consolazione. ”La polizia municipale non va in ferie ed è presente sul tutto il territorio di Roma”, ha detto Scafati. Belviso ha ringraziato la vicecomandante e i comandanti dei diversi ”per essere rimasti a controllare la città in un momento critico come Ferragosto, in cui molte persone non sono in città”.

Ci saranno 110 unità in più rispetto a quelle solite per un totale di 50 pattuglie e oltre 300 vigili impegnati sul territorio, che, insieme a carabinieri e polizia si suddivideranno i compiti di controllo e monitoraggio. La centrale dove arrivano le chiamate dei cittadini, riceve infatti, circa 1500 chiamate al giorno e funziona da raccolta informazioni e smistamento per le diverse pattuglie e sedi dei gruppi di polizia. L’impegno quindi, rimane costante in tutti i municipi anche se sarà particolarmente attivo nella zona di Ostia e sul litorale: “Per noi il periodo estivo comincia da aprile e arriva fino alla fine di settembre – ha spiegato Angelo Moretti, comandante della

polizia di Roma Capitale del XIII municipio – cinque mesi in cui il lavoro si triplica, non soltanto nei controlli diurni verso gli stabilimenti, ma anche in quelli notturni con circa 20 discoteche da minotorare e in alcuni fine settimana si raggiungono oltre 500 mila persone sul territorio. Il venerdì e il sabato notte facciamo 10-12 ore di servizio continuato e fronteggiamo le situazioni più diverse: dalle risse in poi, non ci manca nulla… Quest’anno poi siamo invasi dai camion-bar sul lungomare dove non potrebbero stare e dobbiamo sanzionarli continuamente”. E se di  notte la prostituzione ad Ostia è quasi scomparsa grazie alla vigilanza continua, come ha osservato Moretti, rimane sempre il problema dell’alcol: ”C’è l’ordinanza anti-alcol ma ci sono tanti escamotage per aggirarla: si beve prima ancora di andare in discoteca per ‘arrivare già a mille’, o ci si porta bottiglie da fuori e si beve nascosti o in mezzo alla folla. A volte troviamo persone positive all’alcoltest ancor prima di arrivare in discoteca e cerchiamo di arginare il problema, per quanto possibile”.

L’attenzione, specialmente in questo weekend, sarà rivolta anche nelle zone del centro storico, in particolare nell’area di Trastevere, Testaccio e piazza Madonna dei Monti: “Il calo estivo da noi non si registra – ha commentato il comandante del I municipio – quest’anno poi è stata una stagione importante a causa dei cantieri che hanno visto impegnate 70 pattuglie che hanno garantito con successo la fluidità del servizio navette sostitutivo della metro A”. “L’occhio sulla città è sempre vigile. Sono 1.500 le telecamere esterne che registrano senza sosta e 500 le ore video consegnate quest’anno agli organi inquirenti per le varie indagini. La sala sistema Roma è per noi un fiore all’occhiello”, ha commetato il vicesindaco capitolino Sveva Belviso. E il responsabile della sala sistema, Giorgio Garbini, ha precisato che le telecamere sono sparse in tutto il territorio e importanti sono le registrazioni. “Infatti, sono stati filmati numerosi episodi di violenza, in particolare nelle stazioni ferroviarie. Un esempio concreto è stata la registrazione di un episodio di abuso sessuale avvenuto proprio ieri a Ponte Mammolo e adesso sotto indagine”, ha affermato Garabini. Le telecamere controllano anche le zone pedonali, i semafori e le corsie preferenziali. “Il nostro progetto – ha continuato il responsabile della sala sistema – è rendere visibile, mettendola su internet, la mappa di tutte le telecamere in modo che i malviventi sappiano che la città è sorvegliata”.

Presente alla riunione anche il delegato del sindaco Giorgio Ciardi che ha sottolineato: ”La settimana di Ferragosto viene vissuta da molti come vacanza, qui invece la polizia municipale resta a garantire la sicurezza dei cittadini”.

Fonte: roma.repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *