Questo articolo è stato letto 0 volte

Palermo – In vacanza più della metà dei vigili, caos nelle strade. Il comando: ferie arretrate

Assenti oltre 900 agenti su 1563 in organico. Nelle strade di Palermo mancano all’appello ben 355 su 583

PALERMO – Oltre 900 vigili in ferie su 1563 in organico. Tempo di vacanze per la polizia municipale a Palermo, peccato che tutto questo causi non pochi disagi soprattutto sulle strade del capoluogo e ai cittadini costretti comunque in città dalla crisi. Ma guardiamo nel dettaglio come sono distribuite queste assenze del corpo municipale: ne mancano dalle strade ben 355 su un totale di 583, negli uffici sono presenti soltanto in 126 con un organico di 303, il personale dedicato a compiti di polizia nel settore dell’edilizia ne vede impegnati 159 su 378, agli Affari Generali 131 su 299.

FERIE ARRETRATE – I vertici di via Dogali, fanno sapere che il numero di assenze è stato determinato «da un forte arretrato di ferie e permessi compensativi» che «se non fossero smaltiti durante il periodo estivo saremmo stati costretti a concederli d’inverno ma a settembre ricominciano le scuole e non ci si può permettere carenze di personale». Quel che è certo che i disagi non mancano: la città non si è svuotata, soltanto in pochi hanno scelto di lasciarla per concedersi una pausa, nella maggior parte dei casi le strade sono rimaste popolate di automobili, se non come il periodo invernale, di sicuro molto di più rispetto ad alcuni estati fa. Ma l’effetto «chiuso per ferie» non riguarda soltanto i vigili urbani ma un po’ tutti gli uffici amministrativi del Comune. I dipendenti assenti sono il 40%, così è stato sospeso il ricevimento al pubblico durante il periodo ferragostano, un po’ in tutti i settori.

PROBLEMA RIFIUTI – Non mancano i disagi anche nella raccolta rifiuti per quanto concerne la differenziata che fa i conti con un 20% di presenze in meno a fronte di una produzione di immondizia rimasta pressochè immutata, eccezion fatta per i fine settimana. Più sporche del solito anche le strade con 100 spazzini in meno a garantirne la pulizia. Stessa situazione anche sul fronte trasporto pubblico che lamenta la mancanza di circa 160 autisti, circostanza questa che ha forti ripercussioni sul numero delle corse a disposizione in città. Infatti, sono stati ridotti i bus in circolazione da 310 a 270 con l’effetto di causare estenuanti attese alle fermate. A marce ridotte anche i servizi Gesip, dalla pulizia del verde, assenti oltre 1.800 lavoratori.

Fonte: www.corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *