Questo articolo è stato letto 0 volte

Roma – Pass disabili, un chip anti-truffe contro i ”furbetti del permesso”

La sperimentazione partirà entro un mese. L´assessore Aurigemma: “Leggeremo i dati elettronici, presto anche per la Ztl”. Il palmare agli ausiliari del traffico per smascherare i permessi falsi nei parcheggi

Un microchip e un palmare. La lotta ai “furbetti del permesso” passa attraverso la tecnologia. Entro la fine di settembre, infatti, partirà la sperimentazione del nuovo sistema per i pass disabili. “Abbiamo selezionato un campione di titolari di permessi per i disabili – spiega l’assessore capitolino alla Mobilità, Antonello Aurigemma – e installeremo nei loro pass un microchip che potrà essere letto da un palmare in dotazione agli ausiliari del traffico e agli agenti della polizia municipale”.

Questo sistema, studiato dai tecnici dell’Agenzia per la Mobilità, permetterà di stanare i truffatori. Il palmare, infatti, leggerà i dati contenuti nel microchip e permetterà agli agenti di verificare se il permesso è ancora valido e, soprattutto, se il titolare del pass è in vita. “In circolazione ci sono molti permessi non validi – spiega l’assessore Aurigemma – capita spesso, infatti, che i familiari di un disabile non comunichino il decesso e continuino ad esibire per anni un permesso a cui, in realtà, non avrebbero più diritto”.

La sperimentazione del nuovo sistema partirà dunque nelle prossime settimane e se darà risultati positivi diventerà operativa entro la fine dell’anno. “L’idea – annuncia l’assessore alla Mobilità – è di utilizzare il sistema anche per i permessi della Ztl del centro storico e per i pass per il carico-scarico merci. In questa maniera risolveremmo la piaga dei permessi scaduti e renderemmo più vivibile il centro di Roma”.

Fonte: roma.repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *