Questo articolo è stato letto 0 volte

L’Asaps presente alla 30^ edizione de “Le Giornate della Polizia Locale”. Relatori d’eccezione per una coinvolgente sessione speciale su un tema di sempre più scottante attualità

Trentesima edizione de “Le Giornate della Polizia Locale“, impeccabilmente organizzata dal Gruppo Maggioli, ed ennesima affermazione della squadra Asaps,  presente con una sessione speciale che, ancora una volta in più, ha entusiasmato la numerosa platea sull’onda dell’attualità del tema proposto. 14 settembre 2011 h. 09.00 si accendono i riflettori sulla più importante manifestazione nazionale dedicata alla Polizia Locale, e va in scena l’Asaps con un sessione speciale quest’anno dedicata alla “Conoscenza e contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina – Le norme, l’ingresso, il soggiorno, il controllo documentale”; argomento di vivo interesse ed attualità per gli operatori di polizia scelto per non tradire la tradizionale linea tenuta in questi anni nell’organizzazione dei momenti formativi targati Asaps.

Ad introdurre i lavori di questa sessione speciale Giordano Biserni, il nostro intramontabile presidente il quale, dopo i messaggi di saluto e di ringraziamento all’indirizzo del Gruppo Maggioli, traendo spunto dagli osservatori Asaps sulla pirateria stradale e gli sbirri pikkiati, ove molto spesso si registrano gravi episodi riconducibili a condotte illecite da rapportare a chi illegalmente soggiorna e permane sul territorio nazionale, ha offerto all’uditorio una sintetica esposizione di ciò che accade quotidianamente sulle strade d’Italia, quindi ha lasciato la parola ad Antonio Careddu, Comandante della Polizia Municipale di Sassari, chiamato quest’anno a presiedere e moderare gli interventi dei relatori, ruolo che ha rivestito con schietta sapienza raccordando i contenuti di tutti i relatori intervenuti.

Con la relazione “Novità legislative in materia di immigrazione”, magistralmente condotta da Alessandro Mancini, Procuratore della Repubblica di Forlì, si sono aperti i lavori di questa sessione speciale Asaps dove non poteva mancare l’apporto ed il contributo che solo un professionista del diritto può dare. L’esposizione del Procuratore della Repubblica di Forlì, infatti, schietta e lineare, ha in maniera inequivocabile chiarito gli aspetti giudiziari legati al mondo dell’immigrazione, facendo luce su quelle parti della norma penale che ancora appaiono controverse, anche alla luce delle neo introdotte modifiche al Testo Unico in materia di immigrazione.

La parte per così dire “pratica” della sessione è stata affidata alle sapienti cure di due personaggi che nel panorama nazionale ed internazionale, gettando per primi le basi sulle quali molti di noi si sono poi trovati a confrontarsi, hanno diffuso, e continuano a farlo, un metodo di lavoro e la consapevolezza di quanto sia importante la prevenzione ed il contrasto al crimine legato al falso documentale, stiamo parlando di Antonello di Mauro e Raffaele Chianca, che definirei gli unici veri e soli pionieri di quel fantastico mondo che ruota attorno al controllo documentale… 

Storico collaboratore dello staff Asaps Raffaele Chianca, il nostro Raffa nazionale, ha attratto la numerosa platea affrontando il sempre più attuale tema: “Controllo dello straniero”. Non un’esposizione classica, ma un intervento alla “chiancamaniera” come a me piace definirlo, nel quale nel miscelare sapientemente il rigore della norma di legge alla sana prassi di polizia, è stata fatta chiarezza su un tema sempre più all’ordine del giorno ove, spesso, il pressappochismo la fa da padrone! 

Ad un ben ritrovato Antonello Di Mauro della Polizia Locale di Milano, colonna portante e punto di riferimento per tutta la Polizia Locale, e non solo, sui temi del falso documentale è stato affidato il compito di illustrare le modalità operative per un corretto controllo dei documenti e, ve lo assicuro, siccome la classe non è acqua, Di Mauro ci ha letteralmente stupiti grazie alla semplicità ed al garbo attraverso il quale ha saputo coinvolgere tutto l’uditorio in un’esposizione che ancora una volta in più ha contraddistinto chi davvero conosce il mestiere da chi, e talvolta ne incontriamo tanti, si improvvisa conoscitore della materia. Di Mauro, in estrema sintesi ha espresso il concetto che la nostra professione può essere svolta solo in due modi… non c’è e non esiste una terza via d’uscita… o si lavora bene e con serietà.. o si lavora male e con pressappochismo… quindi sta sempre all’operatore di polizia saper affrontare con intelligenza ogni caso operativo.

Antonella Manzione, Comandante della Polizia Municipale di Firenze, da sempre amica del nostro sodalizio, ha chiuso la sessione speciale Asaps andando a fare il punto su un tema ancora piuttosto discusso e controverso come quello de “I poteri della Polizia giudiziaria in materia di identificazione”.  Antonella, mi si dia la possibilità di citarla così come confidenzialmente faccio al di fuori dei riflettori, nel raccordare i contenuti di tutti gli interventi che l’hanno preceduta ha ancora una volta fatto chiarezza sul tema, dispensando all’uditorio i necessari suggerimenti di ordine giuridico pratico con costante riferimento al rigore della norma coniugato all’interpretazione delle massime giurisprudenziali più recenti, abbinato alla capacità di estrinsecare e semplificare i concetti giuridici rendendoli fruibili veramente per tutti.

Nella cornice della più importante manifestazione dedicata alla Polizia Locale, kermesse di rilevanza nazionale che grazie alla lungimiranza del Gruppo Maggioli si identifica sempre più come essenziale punto di incontro e aggiornamento per tutti gli operatori di polizia a qualsiasi Amministrazione essi appartengano, anche in questa edizione l’Asaps è stata presente con il proprio stand dove, nel presentare in anteprima la nuova campagna iscrizioni per l’anno 2012, è stato possibile incontrare numerosi soci e simpatizzanti giunti a Riccione da tutta la penisola. 

In chiusura, come di consueto corre l’obbligo di ringraziare tutto lo staff Maggioli che, con la indiscussa professionalità che da anni lo contraddistingue, ha reso possibile la realizzazione di questa 30^ edizione de “Le Giornate della  Polizia Locale”. Un sentito grazie a tutta la segreteria organizzativa Asaps, ed a tutti i relatori, ma il grazie più grande va a tutti voi operatori di polizia che tanto numerosi avete partecipato con grande entusiasmo. Arrivederci. 

Gianluca Fazzolari

Fonte: www.asaps.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *