Questo articolo è stato letto 3 volte

Nuove strisce pedonali in tutta Roma: al via la seconda fase di lavori della Fondazione Ania

La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale ha fatto partire la seconda fase dei lavori per il rifacimento delle strisce pedonali nel territorio comunale. L’opera rientra nel protocollo d’intesa firmato dalla onlus con il Comune di Roma

Trentacinque punti distribuiti tra centro e periferia, otto i municipi interessati, già completata via Battistini. E’ partita questa settimana la seconda tranche di lavori per il rifacimento delle strisce pedonali romane ad opera della Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale. Il piano, che rientra nel protocollo d’intesa firmato dalla onlus con il comune di Roma e rinnovato ogni tre anni, ha avuto inizio nel marzo 2010 con ottanta attraversamenti pedonali a rischio, ripristinati e messi in sicurezza. Da via Labicana a via Togliatti, da via Tuscolana a via Casilina, i punti di attraversamento pedonali ripristinati sono stati 80 in totale.

LA NOVITA’ – Non solo nuove strisce ma anche più sicure. “La vernice bianca utilizzata per i lavori è di ultima generazione – ci spiegano dalla Fondazione – e garantisce maggiore luminosità sia di giorno che di notte e maggiore aderenza alla strada in caso di pioggia”. L’unico neo? “Tendono a ingrigirsi ma per questo basta pulirle”. E i punti critici? Come vengono selezionati? “Sono il risultato dell’insieme di più dati – ci chiariscono dalla Onlus – alcuni provenienti dal Comune, altri dalle segnalazioni che troviamo sui giornali, altri ancora li ricaviamo dal progetto “black point” (iniziativa che consente ai cittadini di segnalare gli attraversamenti pericolosi sul sito dell’Ania, ndr).

Insomma, una garanzia in più per gli utenti della strada, sia per quelli con le ruote, che spesso risentono delle scivolate da vernice, sia per quelli a piedi che attraverseranno su “zebre” più visibili. Il tutto sperando di vedere ridotti i dati Istat sulla mortalità pedonale: 52 le vittime nel 2008 e 65 nel 2009, in gran parte decedute sulle strisce. Numeri che assegnano a Roma il triste primato di città con il maggior numero di pedoni che hanno perso la vita in strada.

Fonte: www.romatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *