Questo articolo è stato letto 1 volte

Sicilia – “Prima la sicurezza delle autostrade, poi il Ponte di Messina”

La realizzazione di nuovi svincoli, nell’ambito della rete autostradale gestita dal Cas, costituisce interesse specifico della Regione siciliana. Alcuni di questi, tra i quali quello di Monforte, sono addirittura funzionali al ponte sullo Stretto di cui costituiscono ‘opere a terra‘. Pertanto, contestualmente all’avvio di tali opere, verrà reso disponibile il relativo finanziamento”.

Lo dice l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Pier Carmelo Russo, nella foto, il quale sottolinea la necessità di realizzare, nel frattempo, gli interventi di messa in sicurezza delle arterie stradali in esercizio al Cas, a cominciare dalla Palermo-Messina e dalla Messina-Catania.

“È proprio per questo – spiega Russo – che abbiamo avanzato una proposta di riprogrammazione delle risorse necessarie al Ministero per i Rapporti con le Regioni e per la Coesione territoriale: è immorale, infatti, mantenere congelati nell’Apq-strade 31 milioni di euro per il cofinanziamento, peraltro parziale, di alcuni svincoli piuttosto che intervenire con urgenza per scongiurare nuovi gravissimi incidenti derivanti dalla mancanza di adeguati livelli di sicurezza, in particolare sulla Palermo-Messina, e in presenza, tra l’altro, di progetti già approvati dall’Anas”.

“La carenza di risorse finanziarie – conclude l’assessore – impone delle scelte e, quindi, tra tagliare un nastro inaugurale e salvaguardare la sicurezza degli automobilisti siciliani, opto per quest’ultima, pur nella consapevolezza che la Regione siciliana dovrà, comunque, essere presente come di consueto per realizzare migliori condizioni di viabilità anche attraverso la realizzazione di nuovi svincoli, anch’essi rilevanti sotto il profilo della sicurezza”.

Fonte: messina.blogsicilia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *