Questo articolo è stato letto 1 volte

Milano – Sicurezza stradale: pedoni e ciclisti a rischio, 29 miliardi l’anno il costo sociale

Domani (oggi, n.d.r.), L’Osservatorio Utenze Deboli presenterà i dati aggiornati sugli incidenti stradali nel Comune di Milano e nel resto della provincia, con particolare attenzione alle conseguenze per pedoni, ciclisti e motociclisti. Quanti i morti sulle strade di Milano e della provincia? E di questi quanti i pedoni, i ciclisti e motociclisti?
I dati degli incidenti sono migliorati o peggiorati? A questi e ad altri interrogativi risponde l’Indagine OUD 2010 con le ultime rilevazioni sul numero di incidenti mortali e di incidenti lesivi nella grande area milanese. Comparazioni fra i dati sull’incidentalità degli ultimi 9 anni e confronti significativi tra i dati che riguardano il capoluogo (Comune di Milano) e quelli del resto della provincia: tendenze, variabili, differenze strutturali, cause.

I dati sulla sicurezza stradale in Italia sono drammatici. Ogni giorno 12 morti e 842 feriti, 590 incidenti e a rimetterci, troppo spesso sono pedoni e ciclisti. E’ stato valutato un costo sociale di 29 miliardi di euro pari al 2,5% del Pil. L’Osservatorio, accanto ai dati più recenti sulla incidentalità nel milanese, ha anche idee e proposte da confrontare con gli amministratori locali. E domani ne parleranno, a palazzo Isimbardi, tra gli altri: Guido Podestà, presidente della Provincia di Milano; Antonio Pinna Berchet, presidente dell’Osservatorio Utenze Deboli; Pierfranceso Maran, assessore alle mobilità del Comune di Milano; Pier Giuseppe Torrani, presidente AIM.

Fonte: www.agenparl.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *