Questo articolo è stato letto 0 volte

Minicar, non le guidano solo i ragazzini

Secondo una ricerca oltre agli anziani tante donne le scelgono per sostituire gli scooter

Le Minicar? Non sono solo mezzi da ragazzini. A utilizzarle in Italia, oltre ai giovani, sono prevalentemente donne sui 40 anni, soprattutto libere professioniste e manager in carriera che preferiscono le quattro alle due ruote. E’ quanto emerge da una ricerca della Doxa commissionata da Confindustria ANCMA, l’associazione di categoria che riunisce produttori di moto, scooter e quadricicli leggeri.

SENTIRSI LIBERE- Secondo l’indagine, avvocati, commercialisti e dirigenti, scelgono le minicar in sostituzione degli scooter. Non solo per ragioni di sicurezza, ma anche per questioni d’abbigliamento, sostengono le intervistate: «Consentono di mantenere un look ordinato, mentre il casco scompiglia i capelli soprattutto dopo una messa in piega dal parrucchiere». Ma ci sono anche tante casalinghe, per lo più in provincia, che si affidano alle minicar per ovviare alle carenze del trasporto pubblico. Per loro la velocità limitata di questi mezzi è considerata un fattore importante di sicurezza, magari perché hanno smesso di guidare o utilizzano l’auto di famiglia raramente.

COSA PENSANO I «SENIOR»- Nello studio della Doxa si parla poi dei guidatori più anziani, che necessitando di mezzi di spostamento semplici ed economici, spesso optano per le minicar. Perché? Per la facilità di parcheggio, per non dover dipendere da altri per i propri spostamenti personali. Chi possiede un quadriciclo, infatti, lo utilizza tutti i giorni (63% dei casi) per andare a fare la spesa (81%), per recarsi al cinema, in parrocchia o dai parenti (61% dei casi).

Fonte: motori.corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *