Questo articolo è stato letto 0 volte

Le nuove modifiche al codice della strada arrivano dalla legge sulla stabilità. L’approfondimento di Giuseppe Carmagnini sulle modifiche che verranno apportate al CdS

le-nuove-modifiche-al-codice-della-strada-arrivano-dalla-legge-sulla-stabilit-lapprofondimento-di-giuseppe-carmagnini-sulle-modifiche-che-verranno-apportate-al-cds.jpg

Ormai ogni occasione è buona per una modifica al codice della strada, che non si nega mai, anche se non comprendo il nesso con le disposizioni che dovrebbero garantire una maggiore stabilità all’economia nazionale. Si tratta, infatti, di modifiche che interessano l’articolo 193 e l’articolo 10 del codice della strada.
Da un lato viene introdotta la possibilità (ma che forse si poteva ritenere già esistente, almeno per gli accertamenti in via incidentale) di accertare le violazioni inerenti la mancanza della copertura assicurativa mediante il riscontro dei dati del veicolo rilevati dagli apparecchi per il controllo automatico di talune violazioni al codice della strada, e dall’altro di una semplificazione in tema di autorizzazioni per la circolazione dei veicoli eccezionali e dei trasporti in condizione di eccezionalità.

Di seguito i due articoli modificati, con il consueto raffronto, la nota dell’Ufficio Studi del Senato e un mio breve primo commento alla novità…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *