Questo articolo è stato letto 0 volte

Chi viola il codice stradale lavorerà per il Comune

Lavori di pubblica utilità al posto di pene detentive o pecuniarie

Albignasego – Consiste in questo la convenzione tra il Comune di Albignasego e il ministero della Giustizia, firmata nei giorni scorsi in tribunale a Padova, che offre la possibilità a condannati per reati legati a violazioni del Codice della strada o indicati dal giudice di pace, di svolgere servizi gratuiti per il Comune di Albignasego. In cambio del lavoro socialmente utile, otterranno la sospensione della pena.

«Si tratta di un’esperienza unica in provincia – spiega il sindaco Massimiliano Barison –: oltre a Padova, siamo il primo Comune a dare questa disponibilità al ministero. La pena deve essere innanzitutto un’occasione di rieducazione e aiutare la collettività può favorire a comprendere il valore delle proprie azioni». In base alla convenzione, il Comune potrà affidare alle persone condannate alcuni servizi di educazione stradale, servizi sociali o manutenzione. «Un giorno di impiego di pubblica utilità equivale a due ore di lavoro – precisa il vicesindaco Filippo Giacinti –. Il Comune dovrà comunicare all’organo di vigilanza le eventuali violazioni al programma da parte del condannato, che sarà tenuto a registrarsi ogni giorno mediante un foglio di firma». La convenzione è valida fino al 31 dicembre 2012 e rinnovabile di anno in anno.

Fonte: mattinopadova.gelocal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *