Questo articolo è stato letto 0 volte

Padova – Ha l’auto in divieto di sosta e per non essere multato investe il vigile

L’episodio a Fontaniva: l’agente ha riportato la frattura del piede. Per l’automobilista è scattata una denuncia

Solo la prontezza di riflessi ha evitato danni peggiori per l’agente della polizia locale di Fontaniva Stefano Rubagotti, che ha scongiurato di essere investito in pieno da un’auto, rimediando però la fratttura di un piede. 
È un quarantenne fontanivese verso il quale si sta formalizzando la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali volontarie e omissione di soccorso, ma le accuse potrebbero aggravarsi.
L’episodio all’uscita degli alunni dalla scuola elementare poco prima delle 13. Proprio nell’area antistante la scuola era parcheggiata un’auto in divieto di sosta. L’area deve rimanere libera per la sicurezza dei bambini. L’agente, che tempo fa sfidando la corrente aveva soccorso un ragazzo gettatosi dal ponte di Fontaniva, si è avvicinato alla vettura. 
Contemporaneamente è salito a bordo un uomo sulla quarantina. Rubagotti si è qualificato e ha chiesto i documenti al conducente che, borbottando parole incomprensibili, ha avviato il motore innestando improvvisamente la retromarcia e partendo. L’agente per non essere investito ha fatto un salto all’indietro, ma purtroppo una ruota gli è salita sopra al piede. 
L’automobilista non si è fermata nonostante l’agente a terra dolorante, proseguendo la corsa tra i bimbi, lasciando il parcheggio. Immediati i soccorsi da parte di una collega, Chiara Campagnaro, che ha fatto salire Rubagotti nel mezzo di servizio accompagnandolo subito al pronto soccorso dell’ospedale di Cittadella. Dopo gli accertamenti clinici del caso il referto è frattura del metatarso del piede destro, 30 giorni di prognosi. «Se non avesse colpito me cosa sarebbe potuto succedere, visto che tutto intorno c’erano bambini?» si chiede l’agente. 
«Per far rispettare delle regole comuni, tra l’altro per la sicurezza dei bambini, si rischia la vita – dice il sindaco di Fontaniva Marcello Mezzasalma – C’è troppa mancanza di rispetto per chi si impegna a servizio della collettività. Spero in una giustizia che prenda provvedimenti seri».

Fonte: www.ilgazzettino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *