Questo articolo è stato letto 0 volte

Caserta – Assicurazioni scadute, le auto dei vigili restano al palo: manca anche la benzina

Stop a pattugliamenti, multe e notifiche. Sono gli effetti dello stato di dissesto dichiarato dall’amministrazione

A Caserta, nei prossimi giorni, con molta probabilità, saranno elevati meno verbali per infrazioni al codice della strada, come le numerose multe per divieto di sosta, ma saranno impossibili anche i numerosi interventi in centro a tutela della cittadinanza. Gli agenti del comando dei vigili urbani del capoluogo sono rimasti letteralmente appiedati a causa del dissesto dichiarato nei giorni scorsi dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pio Del Gaudio.

EMERGENZA CARBURANTE – Scarseggia la benzina, che viene erogata soltanto grazie al «credito» che concede un distributore ma, soprattutto, sono rimaste scoperte del tagliando assicurativo le 26 auto della polizia municipale, insieme alle restanti 44 che fanno parte del parco auto del Comune.

PATTUGLIE IN UFFICIO – La rata semestrale da pagare, di 40 mila euro, non è ancora stata saldata ma nella giornata di ieri, mercoledì, grazie a uno stratagemma, l’assessore al ramo è riuscito a dotare il corpo di polizia municipale con tre autovetture mentre la situazione di altre sette potrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni. Stop alle attività di controllo, ai pattugliamenti, alle notifiche e agli interventi su eventuali incidenti stradali per i quali i vigili sono costretti a chiamare polizia stradale ed altre forze dell’ordine. Inevase diverse decine di richieste di intervento mentre qualche vigili, con proprio senso di responsabilità, ha svolto il servizio con la propria auto. Una situazione che il comandante dei vigili urbani Alberto Negro definisce semplicemente «drammatica».

Fonte: corrieredelmezzogiorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *