Questo articolo è stato letto 1 volte

Ansia alla guida: ne soffre il 90% degli italiani

Più della metà degli italiani (56%) si dichiara intimorito dall’idea di investire senza volerlo un pedone. Tra i fenomeni atmosferici che spaventano maggiormente, ai primi tre posti si trovano: ghiaccio (38%), nebbia (32%) e neve (10%)

ITALIANI ANSIOSI – Italiani spavaldi solo a parole: questo è il ritratto che emerge dai dati raccolti dal Centro Studi e Documentazione di Direct Line. La ricerca rivela infatti che il 91% degli italiani confessa di avere piccole ansie e paure legate alla guida. Il 29% del campione dichiara di non fidarsi della condotta di guida degli altri automobilisti. In particolare è intimorito dalle persone che guidano in maniera scorretta, distratta – parlando ad esempio al telefonino – oppure da chi non rispetta i limiti di velocità. C’è un 60% più obiettivo che si ritiene consapevole di non essere solo sulla strada e che ciò che accade sia il risultato di una co-responsabilità: tutti devono rispettare le regole della strada per garantire una maggiore sicurezza. Esiste inoltre una parte del campione – seppur in una percentuale molto bassa (2%) – che ammette di non sentirsi a proprio agio al volante, soprattutto a causa delle proprie scarse capacità. Solo il 9% degli intervistati dichiara infine di sentirsi assolutamente tranquillo e sicuro sulle strade italiane.

INVESTIRE UN PEDONE O RESTARE IN PANNE – Il 56% del campione intervistato da Direct Line dichiara che la fonte principale di ansia alla guida è quella di investire inavvertitamente un pedone. Dalla ricerca emerge anche un dato curioso: il 17% degli italiani – e fra questi il 21% di donne – è spaventato all’idea di rimanere con l’auto in panne in un luogo isolato, paura che neanche il telefono cellulare e la tecnologia GPS hanno ancora cancellato. A conferma dei sondaggi fatti in passato – che evidenziano la maggior prudenza delle donne alla guida – la ricerca rileva che sono le guidatrici (62%) ad essere più attente e rispettose (a parole…) nei confronti di tutti coloro che si muovono sulle strade italiane – contro il 58% degli automobilisti di sesso maschile. Inoltre, i dati raccolti da Direct Line rivelano che l’11% degli under 25 é poco prudente sulla strada, mentre la percentuale scende per gli over 45 (8%), per i quali l’esperienza è la miglior fonte di insegnamento. A creare timori fra gli automobilisti non sono solo gli incidenti, ma soprattutto i fenomeni atmosferici. Nella classifica dei più temuti troviamo in prima posizione il ghiaccio su strada (38%), seguito da nebbia (32%) e neve (10%). Tutte situazioni che rischiano di essere pericolose se lo stile di guida non viene adeguato alle condizioni atmosferiche.

SPACCATO DELL’ITALIA – L’indagine di Direct Line offre anche uno spaccato a livello regionale: i più sicuri al volante sono milanesi (32%) e torinesi (31%), mentre prestano più attenzione agli altri automobilisti i cagliaritani (71%), i bolognesi (69%) e i romani (65%). Palermitani (15%) e fiorentini (14%) confessano di essere un po’ insicuri alla guida a causa del comportamento degli altri, mentre l’8% dei bresciani dichiara di non curarsi della guida degli altri quando è al volante. Insomma uno spaccato dell’italia e dei suoi automobilisti su cui si potrebbe discutere a lungo. Ma dopotutto si tratta di un sondaggio basato su risposte spontanee che, secondo noi, molto spesso non rispecchiano la realtà, specialmente quando si parla di sicurezza al volante e rispetto delle regole.

Fonte: www.sicurauto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *