Questo articolo è stato letto 6 volte

Nola – Il Comandante Lanzaro: “Entrate per un milione di euro? Previsione politica”

La proposta della Giunta Comunale sull’assestamento di bilancio ha determinato un acceso dibattito sui probabili “abusi ed omissioni” da parte dei dirigenti. Le precisazioni del Comandante dei VV.UU.

 

La relazione del Collegio dei Revisori che ha accompagnato la proposta della Giunta Comunale sull’assestamento di bilancio all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di mercoledì 30 novembre che ha determinato un acceso dibattito sui probabili “abusi ed omissioni” da parte dei dirigenti nella gestione delle risorse, continua ad essere al centro delle polemiche. Il Comandante dei VV. UU di Nola, il colonnello Carmine Lanzaro, nella giornata di ieri ha convocato la stampa per fare una doverosa precisazione: “Non mi sono mai sognato di prevedere per l’anno 2011 un milione di euro di entrate dalle infrazioni del codice della strada; come si può vedere dagli atti la somma da me prevista era di 400.000,00 euro, in piena sintonia con la media degli ultimi tre anni come previsto dalla normativa vigente.

 

Nonostante tutto ad oggi abbiamo superato la somma prevista, anzi possiamo affermare che c’è stato un incremento delle entrate rispetto agli anni precedenti, nonostante la dotazione organica sia diminuita per mobilità e messa in quiescenza di 7 unità. La somma di un milione di euro nel bilancio 2011 è stata una scelta politica e non è assolutamente da addebitarsi ad una previsione sballata del sottoscritto”. A questo punto il Comandante ha ringraziato i presenti ed è andato via. Subito dopo ha preso la parola l’agente Della Pietra, sindacalista della CGIL, che ha fatto alcune precisazioni in merito ad alcuni servizi giornalistici andati in onda in questi giorni su una emittente locale circa le carenze del servizio svolto dal personale della polizia municipale, pur avendo Nola una dotazione organica di un agente ogni 600 abitanti, rispetto ai 1.000 del Comune di Pomigliano, dove il traffico sembra meno caotico.

 

“Innanzitutto il Comune di Nola ha una estensione di circa 27 Km – ha sottolineato Della Pietra -, Pomigliano molto di meno. Nola è sede di Tribunale, Curia (dove quasi tutte le settimane ci sono funzioni religiose a cui partecipano tutti i fedeli della Diocesi), Università, INPS, INAIL. Gli agenti in strada sono 27, utilizzati in due turni dalle 8,00 alle 14 e dalle 14 alle 20; 4 ufficiali, 13 addetti alle attività di ufficio, 3 in forza alla frazione di Piazzolla e 2 a quella di Polvica per un totale di 48 unità. La Nuova dotazione organica ne prevede 63, quindi siamo sotto organico di 15 unità. L’amministrazione comunale aveva previsto l’utilizzo di personale a tempo determinato, bandendo anche una selezione cui hanno presentato domanda circa seicento giovani, ma le selezioni non sono partite per formare la graduatoria.

 

Sicuramente a causa del non raggiungimento dell’obiettivo dell’amministrazione (il milione di euro dell’entrata per le infrazioni del codice della strada), il bando non verrà portato a termine. Con determina n. 301 del 9 Giugno 2011 era stata destinata una somma di € 25.000,00 per un progetto di prolungamento dell’orario di lavoro per un maggior controllo del territorio, manifestazioni ed eventi dal 1 giugno al 31 12 2011; ebbene, nonostante sino ad oggi siano stati fatti 18 controlli notturni, nessuna somma è stata erogata per tale servizio, anzi, la somma è stata utilizzata per altri settori. Abbiamo in dotazione una solo auto e dobbiamo utilizzarla a turno, quasi sempre per spostarci utilizziamo le auto personali.

 

Un’altra auto di servizio in nostra dotazione viene utilizzata dal Sindaco, in quanto l’auto in leasing che precedentemente usava è stata trattenuta (in occasione di un tagliando di controllo) dalla ditta venditrice perché il canone non veniva pagato da oltre due anni. L’edificio che ci ospita, di proprietà comunale, è dotato di un solo spogliatoio, mancano le docce, e sono anni che non si fa una manutenzione. Infine da oltre due anni non viene bandita la gara per il vestiario. Ma, nonostante ciò, tante sono state le conquiste fatte sul campo, soprattutto volte alla lotta contro l’abusivismo e l’illegalità. Siamo più che soddisfatti di noi stessi ”.

 

Fonte: www.ilmediano.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *