Questo articolo è stato letto 0 volte

Torino – Il Comune cancella dai viali gli attraversamenti pericolosi

La proposta è dell’assessore ai Trasporti,  Claudio Lubatti, che ieri ha fatto il punto della situazione in Sala Rossa: “Siamo vicini alla famiglia del piccolo morto”

Via le strisce pedonali a rischio dai grandi viali della città. In tutto un centinaio di “zebre” che tagliano l’asfalto lontano dagli incroci e dai semafori, punti critici dove i torinesi, proprio come è successo sabato, possono perdere la vita per colpa di chi scambia un corso per il rettilineo di un autodromo.La proposta è dell’assessore ai Trasporti del Comune, Claudio Lubatti, che ieri ha fatto il punto della situazione in Sala Rossa. “La strada, purtroppo o per fortuna, non ha un colore e non l’hanno nemmeno le sue vittime  –  ha detto Lubatti  –  siamo vicini alla famiglia, che è stata contattata dal sindaco. Di fronte a questa tragedia faremo di tutto perché sulle strade di Torino non muoia più nessuno”. Anche se, per quanto un Comune faccia, “non potrà mai sostituirsi all’utilizzo più o meno corretto di chi la strada la percorre. In questo caso si tratta di un assassino che, non rispettando regole e codice della strada, ha distrutto una famiglia”.

L’assessore ai Trasporti ha spiegato ai consiglieri la situazione dell’attraversamento di corso Peschiera 219, nell’occhio del ciclone perché da tempo i residenti chiedevano, anche con petizioni, l’installazione di un semaforo. “Si tratta di un attraversamento dove sono stati adottati tutti gli accorgimenti di sicurezza a norma del codice della strada. Mancano solo i dossi e le strisce rialzate”. Una “zebra” che dista 130 metri dal primo incrocio, quello con via Bardonecchia, e 230 da corso Montecucco, dove i dati degli incidenti sono più alti.

Lubatti vuole però evitare di nascondersi dietro le statistiche. “Il problema della pericolosità dei grandi viali per i pedoni esiste. Dipende quindi dalle scelte che si vogliono fare per diminuire al massimo i rischi. Esistono molti attraversamenti simili a quello di corso Peschiera. Sarebbe giusto valutare l’eliminazione totale di queste strisce pedonali”. Due le mosse indicate dall’assessore. La costituzione di una consulta cittadina sulla sicurezza stradale, composta da forze dell’ordine, Aci e associazione vittime della strada, per mettere a punto “politiche di sicurezza sulle proprie strade, cercando di azzerare i rischi”. Organo che si dovrebbe comporre e riunire in tempi rapidi: “Così si potrà fare un ragionamento di sistema complessivo su tutti gli attraversamenti pedonali pericolosi lungo i grandi viali urbani, che sono un centinaio, con il preciso obiettivo di eliminarli dalla pianta della città. Meglio creare qualche disagio in più ai pedoni che mantenere situazioni di potenziale pericolo per la vita delle persone”.
L’assessore alla Polizia Municipale, Giuliana Tedesco, sta seguendo passo passo le indagini per individuare il colpevole della tragedia. “Indagini rigorose e scrupolose: nel più breve tempo possibile individueremo la persona che era al volante sabato  –  dice l’assessore uscendo dall’aula  –  Mi auguro però che, di fronte a questa situazione, prima di essere preso si costituisca spontaneamente e si assuma le proprie responsabilità”.

Fonte: torino.repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *