Questo articolo è stato letto 1 volte

Nola – Vigili Urbani: “Non siamo fannulloni”

Polizia Municipale si riunisce per discutere delle carenze che da tempo affliggono il gruppo. Assenti i rappresentanti dell’ente comunale.

Assemblea del corpo di Polizia Municipale bruniano questa mattina per discutere delle carenze che da tempo affliggono il gruppo, ivi compreso la ripartizione del “fondo risorse decentrate” in seguito all’accordo economico (anno 2011) sottoscritto in via definitiva dalla delegazione del 25 novembre scorso. L’assemblea era presieduta dai rappresentanti sindacali del comando: Emiliano Bovi (UIL),Umberto Panico (CGIL) e Maria Marzano (UIL). Presenti i rappresentanti sindacali territoriali di CGIL, CSL e UIL. In apertura dei lavori i rappresentanti sindacali del Comando hanno sottolineato con delusione l’assenza al tavolo tecnico dei rappresentanti dell’amministrazione comunale, sebbene invitati.

Riflettori accesi sulle criticità croniche della sede, come la mancanza di manutenzione, bagni al limite dell’igienicità, assenza di docce, spogliatoio unico nonostante la presenza in organico di oltre dieci donne, armi obsolete risalenti agli anni ’60, carenza di auto di sevizio con la possibilità di usarne una a turno. Sulla ripartizione del “fondo trattamento accessorio” inviata ai settori dal responsabile al ramo gestione del personale, Giuseppe Iandolo, i tre rappresentanti sindacali hanno contestato la sottoscrizione dell’accordo, in quanto il fondo è stato costituito in modo unilaterale senza essere stati ascoltati.

Tra l’altro il fondo di € 73.496,94 istituito per turno e reperibilità degli addetti al comando, oltre ad essere insufficiente è stato utilizzato illegittimamente poiché reperito dai fondi dell’art. 208 (infrazioni al codice della strada) i cui proventi sono finalizzati per l’istituzione di nuovi servizi. Anche la ripartizione dello straordinario di € 30.478,35 per il solo comando della Polizia Municipale (48 unità) non è proporzionale ad altri settori con unità nettamente inferiori.Alla voce “progetti e qualità” alla Polizia Locale per il 2011 non è stata assegnata alcuna somma, mentre la determina n. 301 del 9 giugno scorso impegnava per un progetto di prolungamento dell’orario di lavoro (finalizzato ad un maggior controllo del territorio) la somma di € 25.000,00. “Scomparsi – lamentano in coro -,nonostante fino ad oggi siano stati fatti 18 controlli notturni.

Prendiamo atto che al comune di Nola esistono 9 posizioni organizzative e tre alte professionalità, ma le risorse devono essere distribuite con equità. Siamo stufi di essere additati continuamente come fannulloni e poco attivi sul territorio,è una falsità che non condividiamo perché molti di noi rischiano quotidianamente la vita. I cittadini devono sapere che oltre al traffico e al controllo sul territorio negli ultimi anni abbiamo sequestrato decine di edifici ed opifici costruiti abusivamente su tutto il territorio comunale, compreso area ASI.

Abbiamo trasmesso tutti gli atti agli uffici preposti – continuano -, per alcuni occorre fare solo la trascrizione alla conservatoria di Santa Maria Capua Vetere per acquisirli al patrimonio comunale, ma tutto è fermo. Sarebbe veramente una beffa se agli addetti venissero riconosciuti dei fondi per progetti finalizzati”.

Fonte: www.ilmediano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *