Questo articolo è stato letto 1 volte

Brindo con Prudenza 2011

6a edizione della campagna sul guidatore designato di ANIA e Polizia

Rendere più sicure le notti dei fine settimana sulle strade italiane, evitare che i giovani perdano la vita a causa di incidenti stradali e contribuire a diffondere sempre di più la figura del “guidatore designato” dopo una serata in discoteca. Per raggiungere questi obiettivi parte da domani, venerdì 16 dicembre, per il sesto anno consecutivo, “Brindo con Prudenza”, l’iniziativa realizzata dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale in collaborazione con la Polizia di Stato. Brindo con Prudenza 2011 si svolgerà il 16, 17, 30 e 31 dicembre 2011 e il 6 e 7 gennaio 2012.

SCEGLI IL TUO “BOB”
La sesta edizione di “Brindo con Prudenza”, così come le precedenti, consentirà di entrare in contatto direttamente con i giovani sensibilizzandoli nei luoghi di divertimento. Durante le festività natalizie 2011 saranno coinvolte 4 regioni d’Italia e 8 località: Bardonecchia e Limone in Piemonte, Rimini e Riccione in Emilia Romagna, Madonna di Campiglio e Folgaria in TrentinoAlto Adige e Napoli e Salerno in Campania. In alcune discoteche di queste varie località i ragazzi troveranno all’ingresso un corner informativo con hostess e steward che li inviterannoa nominare nel proprio gruppo “Bob”, il guidatore designato, ovvero colui che si impegna a non bere alcolici per riaccompagnare a casa gli amici in totale sicurezza osservando il motto “Chi guida non beve, chi beve non guida”. Bob sarà riconosciuto grazie a un gadget identificativo e, alla fine della serata, se avrà mantenuto l’impegno, sarà premiato dallo staff della Fondazione ANIA. Contemporaneamente, sulle strade verranno intensificati i controlli da parte delle Forze dell’Ordine e i ragazzi che risulteranno negativi all’alcol test riceveranno un ingresso gratuito in discoteca per la settimana successiva. 

MAI PIU’ WEEKEND TRAGICI
“Solo nell’ultimo fine settimana– spiega Sandro Salvati, Presidente della Fondazione ANIA– sulle strade italiane sono morti 7 ragazzi che avevano meno di 30 anni. Si tratta dell’ultimo triste bollettino che ogni lunedì riempie le pagine dei giornali. Di fronte a fatti come queste abbiamo tutti il dovere di intervenire per fare in modo che non si parli più delle “stragi del sabato sera”. In molti casi gli incidenti del fine settimane sono causate da persone alla guida in stato di ebbrezza. Per contrastare questo fenomeno in molti paesi europei si ricorre abitualmente e da anni alla pratica del guidatore designato. In Italia siamo stati i primi a portare tra i ragazzi il “Bob”, andando nei luoghi di divertimento, che frequentano abitualmente, a spiegare quanto sia importante mettersi al volante sobri, anche perché oggi la legge sanziona pesantemente chi non rispettano la norma che prevede alcol zero per i neopatentati. Le iniziative della Fondazione ANIA come Brindo con Prudenza, hanno avuto un grande successo e hanno contribuito a ridurre il numero dei morti sulle strade, soprattutto nelle notti del week end. La strada da percorrere, però, è ancora lunga”. “Per migliorare la sicurezza sulle strade occorrono alleanze forti ed un impegno serio e continuo. Servono a poco iniziative isolate e discontinue. Brindo con Prudenza non è l’idea di una stagione, così come l’edizione  estiva Guido con Prudenza: è una campagna complessa che affronta il problema delle stragi del sabato sera, usando contemporaneamente le leve della prevenzione, dei controlli e dell’informazione”, ha dichiarato il Direttore della Polizia Stradale Roberto Sgalla.

Fonte: www.omniauto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *