Questo articolo è stato letto 0 volte

Civitanova – Vu’ cumprà contro i vigili, il sindaco dal prefetto

I vu cumprà reagiscono, 3 vigili in ospedale. “Gli abusivi dilagano, così non si va più avanti”

Dopo l’aggressione dei vu’ cumprà ai vigili urbani, il sindaco scrive al prefetto. «Dell’iniziativa — spiega Mobili — abbiamo parlato con la comandante Daniela Cammertoni, decidendo di chiedere un incontro a breve al prefetto. Non è competenza mia decidere come arginare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, ma così non si può andare avanti. Anche perché è necessario salvaguardare chi invece opera nel commercio rispettando le regole». 

Tre i vigili urbani finiti al pronto soccorso domenica pomeriggio, la più grave una agente donna raggiunta da un pugno al volto. Avevano tentato di “ripulire” i vialetti della piazza e corso Umberto dalle postazioni dei vu’ cumprà, una cinquantina, galeotta la movida dello shopping. Nove gli agenti municipali in servizio per contrastare l’invasione e rispondere alla proteste dei commercianti. Hanno tentato di farli sloggiare con le buone, senza risultato. Sono quindi iniziati i sequestri di cd, ma c’è stata la reazione degli extracomunitari che si sono coalizzati e, al secondo blitz, hanno opposto resistenza e menato le mani, in mezzo alla gente impegnata negli acquisti di Natale.  

L’aggressione scuote i sindacati. La Cgil Funzione Pubblica esprime solidarietà «ai vigili urbani vittime di una brutale aggressione» che denuncia «l’assenza di linea strategica dell’amministrazione verso un reale contrasto all’abusivismo. Ad oggi solo slogan. E’ evidente poi la mancanza di autonomia gestionale del responsabile della polizia municipale, che deriva da un errato rapporto con gli amministratori. Non è più tollerabile che si predispongano servizi di controllo, in questo ambito, su chiamata del politico di turno, senza che vengano attivati gli strumenti per garantire salvaguardia e incolumità del personale. Gli agenti municipali non possono essere mandati allo sbaraglio. In assenza di tali presupposti il servizio in questione non potrà essere più svolto».Alessandro Moretti, segretario della Cisl Funzione pubblica di Macerata, rileva le carenze di organico e mette in guarda da soluzioni da sceriffo. «Esprimo solidarietà — commenta — agli agenti aggrediti. Da tempo la Cisl lamenta carenze di organici nelle polizie locali, e di più forti sinergie con altre forze dell’ordine. E non ci si venga a dire che pistole di ordinanza e bastone segnaletico potranno arginare tali eventi. Investendo nella formazione del personale tali fatti potranno essere limitati. L’invito è anche all’amministrazione affinché percorra strade virtuose, magari di concerto con il sindacato per tutelare meglio i suoi dipendenti».Solidarietà ai vigili urbani, infine, anche da Giulio Silenzi, segretario del Pd: «Quanto accaduto a tre vigili urbani, ricorsi alle cure del pronto soccorso per le lesioni riportate, è grave sotto molti aspetti. Innanzitutto quello della sicurezza degli operatori ai quali esprimo piena solidarietà. Inoltre, della sicurezza dei cittadini. Occorre avere sensibilità e attenzione soprattutto in periodi particolari come questo del Natale, dove tanta gente è per strada impegnata negli acquisti».

Fonte: www.ilrestodelcarlino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *