Questo articolo è stato letto 0 volte

Guardrail: nuove proposte per la sicurezza su due ruote

RicerAMI. È questo il nome del progetto che l’AMI (Associazione Motociclisti Incolumi) presenterà al Motor Bike Expo, che si terrà a Veronafiere dal 20 al 22 gennaio 2012

Il nome stesso del progetto indica la volontà di presentare al pubblico, in un’area appositamente messa a disposizione dagli organizzatori della rassegna, le migliori soluzioni trovate e sperimentate dall’AMI nel campo
della salvaguardia dell’utenza stradale, attraverso un contenitore che faccia risaltare le qualità di innovazione ed efficacia dei singoli prodotti testati.

Lo spazio è pensato come un luogo d’incontro e di scambio di informazioni tra l’utenza e il personale che anima il progetto. Un modo interattivo per approcciare il tema della sicurezza stradale, con un metodo capace di
conciliare il rigore necessario per trattare un argomento così delicato e complesso con l’ambiente cordiale e di svago di un evento fieristico. 
Nell’area dedicata al progetto sarà possibile assistere a presentazioni, fatte dallo staff AMI, in cui verranno illustrati i metodi per una guida sicura, per la progettazione di infrastrutture modernee per una attenta analisi dei prodotti dedicati alla sicurezza del pilota. 
Sarà possibile, nei tre giorni dell’expo, effettuare visite guidate negli stand di ditte che operano nel settore dei prodotti per la sicurezza stradale sia attiva che passiva, che presenteranno le loro ultime novità e forniranno le informazioni dettagliate agli interessati. 

Guardrail sicuri
Verranno anche presentati dei guardrail realizzati in collaborazione con alcune Amministrazioni pubbliche, un tipo di protezione che ha già dato ottimi risultati facendo crollare il tasso di mortalità e di lesioni gravi
riportate in caso di incidenti. Queste protezioni si integrano nei guard rail già esistenti, realizzando una copertura sui paletti di fissaggio al terreno che non è quindi più necessario sostituire: con costi contenuti si aumenta notevolmente la sicurezza.
Nella circostanza l’AMI presenterà anche i progetti che porterà avanti nel 2012, fra questi i corsi di guida sicura sia su strada che su pista, attraverso un metodo appositamente elaborato dall’associazione e dedicato alla formazioni di piloti amatoriali.

Fonte: www.moto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *