Questo articolo è stato letto 0 volte

Verona – Censimento, attenzione ai falsi rilevatori

censimento

La Polizia municipale ha ricevuto alcune segnalazioni relative a falsi addetti al censimento che, con la scusa di integrare i documenti presentati, hanno tentato di introdursi nelle case dei cittadini, spesso anziani, sfruttando la loro buona fede.

 

L’Ufficio comunale di Censimento ricorda quindi ai cittadini che i Rilevatori preannunciano telefonicamente il proprio arrivo, prendendo appuntamento in data e ora compatibili con gli orari della famiglia; sono tutti muniti di cartellino di riconoscimento dell’Istat e, a richiesta del cittadino, sono tenuti a mostrare anche un documento di identità.

 

Non è assolutamente necessario, inoltre, che il Rilevatore entri nell’abitazione, visto che è possibile consegnargli il questionario compilato, o ricevere le istruzioni alla compilazione, anche stando sull’uscio di casa. In nessun caso, poi, è dovuto denaro o compenso di altro genere. Quando il Rilevatore non riesce a telefonare alla famiglia, lascerà nella cassetta postale un invito a telefonare per fissare un incontro o a presentarsi direttamente presso l’Ufficio di Censimento più vicino. Sullo stesso avviso sono riportati i numeri di telefono degli uffici comunali a cui far riferimento per chiedere informazioni.

 

Questi i numeri a cui ci si può rivolgere: 045-8078901, 045-8078920, 045-8078976; infine c’è il numero verde dell’URP del Comune di Verona 800202525. L’attività dei Rilevatori di Censimento continuerà anche per tutto il mese di gennaio. Le famiglie potranno consegnare il questionario Istat compilato allo stesso Rilevatore, agli uffici postali, ai centri di Raccolta comunali o direttamente all’Ufficio comunale di Censimento in piazza Mura Gallieno 3 (dietro l’Arena), aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 17.

 

Fonte: www.larena.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *