Questo articolo è stato letto 0 volte

Forte dei Marmi: il consiglio comunale da’ il via libera alla nuova sede della Polizia Municipale

polizia_municipale

Il consiglio comunale ha dato il via libera alla nuova sede della polizia municipale. Il sindaco Umberto Buratti, decisamente indignato con l’opposizione, a causa dei recenti attacchi sulla questione, venerdì sera ha preso la parola per illustrare il progetto, che prenderà vita nei prossimi mesi.

 

Ora basta con accuse infondate  e soprattutto con termini che potrebbero essere passibili di denuncia – ha detto Buratti -.  Parole dure, che nel botta e risposta con l’opposizione, hanno indotto il consigliere Popper a scusarsi con il sindaco per i toni usati e soprattutto per quel ‘correo’ usato sulla stampa, di cui peraltro,  ha rifiutato la paternità”.


“Avete abbandonato la polizia municipale – ha sottolineato il sindaco rivolgendosi ai consiglieri Popper e Giannotti – e adesso che siamo in dirittura d’arrivo per dotare il paese di una sede del comando idonea alle sue esigenze, non avendo argomenti convincenti, gettate fango sull’amministrazione per tentare di bloccare tutto e soprattutto screditare agli occhi dei cittadini un progetto serio e trasparente. E’ cosa nota, e invito i cittadini a verificarlo personalmente, che l’immobile che attualmente accoglie il  comando di polizia municipale è inadeguato a questa funzione. Lo era già quando ne fu decisa la ristrutturazione. Quello sì che è stato uno spreco di soldi pubblici, compresi i seicento milioni utilizzati per adeguare temporaneamente un’ala di piazza Dante, in attesa che fosse pronto il restauro via Mazzini. L’ho scritto nel programma di mandato che avrei investito nel corpo dei vigili urbani e così ho fatto, a cominciare dal parco macchine, lasciatoci vecchio e mal funzionante. Adesso tocca alla sede, che finalmente avrà spazi e accessibilità adeguati, come si confà alle necessità di questo paese. Quanto al merito delle critiche avanzate dai rappresentanti del Pdl, si ricordino, Popper e Giannotti, che la scelta di non costruire un nuovo edificio, come da loro proposto, risponde alla linea  condivisa con la Regione Toscana per un riutilizzo delle volumetrie esistenti. La procedura adottata per questa operazione è legittima e cristallina, a cominciare dalla volontà di intenti, passando dal bando di ricerca di mercato, per arrivare all’approvazione del consiglio di oggi. Pertanto i consiglieri del Pdl la smettano di arrampicarsi sugli specchi e accettino di buon grado le scelte di chi ha avuto mandato dai cittadini di amministrare il paese e lo sta facendo con serietà e impegno”.

 

Il consiglio ha rinviato l’inserimento della mozione del Pdl sull’aliquota IMU, mentre ha approvato all’unanimità la richiesta di sospensione del provvedimento disciplinare a carico di Riccardo Antonimi, il ferroviere licenziato dalle Ferrovie dello Stato, in quanto svolge un ruolo di consulente di parte civile nell’incidente probatorio per l’inchiesta sulla strage ferroviaria di Viareggio.

 

La richiesta del consiglio comunale di Forte dei Marmi, verrà inoltrata all’amministratore delegato di RFI, Mauro Moretti, al Presidente della Repubblica,Giorgio Napoletano, e al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera.

 

Fonte: www.loschermo.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *