Questo articolo è stato letto 1 volte

Mantova – Il piano della polizia locale: isole pedonali lungo i viali

area_pedonale

Il bilancio del comando di viale Fiume: un anno senza morti sulle strade. Le multe scendono da 66mila a 46mila (-30%), in cassa sono finiti 3,2 milioni.

 

Un anno senza incidenti stradali con il morto. Nel bilancio della polizia locale il 2011 passa in archivio come «annus felix» sul fronte della sicurezza stradale, su cui il Comune è intenzionato ad investire ancora di più. Nella conferenza stampa che precede la festa di San Sebastiano, l’assessore al traffico Espedito Rose, il comandante Paolo Perantoni e il suo vice Luigi Marcone, hanno fatto il punto di 365 giorni vissuti intensamente. «Nel 2010 – dice Perantoni – abbiamo registrato due incidenti mortali con altrettante vittime, nel 2011 nessuno. Al di là della fortuna, questo è il frutto anche delle attività messe in campo da questo comando per quanto riguarda la sicurezza sulle strade».

 

L’anno scorso gli agenti hanno dedicato 18.162 ore (+3% rispetto all’anno precedente) alla viabilità (incidenti stradali, servizi davanti alle scuole e vigilanza). Hanno aumentato i controlli di velocità con sistemi elettronici arrivando ad un incremento del 617,24% rispetto al 2010 (208 sanzioni contro 29). «I controlli – sottolinea Perantoni – sono sistematici e li facciamo non per far cassa visto che annunciamo pubblicamente giorni prima le nostre postazioni, ma solo per prevenire gli incidenti». Ed è incrementato anche il numero dei veicoli controllati (3.962 contro 3.847) e delle sanzioni (1.376 contro 1309). Sono diminuiti, però, i controlli dei Tir su via Brennero (392 contro 485), ma solo perché la strada è rimasta chiusa due mesi per lavori. L’attenzione alla sicurezza ha portato ad una leggera ma significativa riduzione del numero degli incidenti (265 contro 266). Il Comune insisterà su questa linea e per il 2012 ha in programma altri investimenti.

 

Uno dei più significativi sarà la realizzazione di una serie di spartitraffico in corrispondenza degli attraversamenti pedonali di viale Risorgimento (escluso quello principale di largo 24 maggio), Questa «isola» consentirà al pedone di attraversare la strada in due momenti e, quindi, in piena sicurezza visto che le auto avranno il tempo di rallentare. Verrà sistemato anche l’incrocio tra viale Risorgimento e Corso Garibaldi con la creazione di nuove canalizzazioni per il traffico e la messa in sicurezza dei passaggi pedonali. Altro dato interessante emerso dal bilancio annuale dei vigili è il calo di quasi il 30% delle sanzioni amministrative, passate da 66mila a 46.553. Di queste, 30.854 sono state rilevate con le telecamere agli ingressi delle Ztl contro le 42mila dell’anno prima. L’introito (3.243.812 euro), però, grazie anche al recupero del pregresso da parte di Equitalia, è rimasto in linea con il 2010. Infine, Rose ha messo in risalto l’intervento effettuato sul fronte della sicurezza urbana: «Abbiamo incrementato di sei unità le telecamere portandole a 115, comprese quelle di piazza 80° Fanteria che presto entreranno in funzione. Entro l’anno contiamo di installarne altre 11 a Lunetta». Senza dimenticare il varo delle pattuglie notturne d’estate e nei fine settimana invernali. Con gli organici che sono rimasti quelli del 2010 (61 agenti).

 

«Abbiamo riorganizzato gli uffici, con un sforzo notevole – fa eco Perantoni – per recuperare efficienza». «E ci siamo riusciti – aggiunge Marcone -, visto che abbiamo incrementato del 20% gli accertamenti anagrafici ed edilizi, che richiedono dispendio di tempo».

 

Fonte: gazzettadimantova.gelocal.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *