Questo articolo è stato letto 1 volte

Ugento – Parcheggi abusivi, a giudizio ex sindaco di Ugento e comandante municipale

parcheggio

L’ex sindaco di Ugento, Eugenio Ozza, e il comandante della polizia municipale, Cosimo Musio, sono stati rinviati a giudizio dal gup di Lecce Ines Casciaro per truffa e falso materiale in atto pubblico.

 

La vicenda ruota attorno ai presunti illeciti che sarebbero stati commessi durante le “Notti della pizzica” del 2008 e 2009, quando ad Ugento sarebbe stato allestito un parcheggio abusivo, con il benestare di alcuni amministratori comunali. Questa almeno è l’ipotesi che ha portato il sostituto procuratore Giovanni Gagliotta a chiedere e ottenere il rinvio a giudizio di Ozza e Musio, nonchè di Martino Congedi, rappresentante dell’associazione Borgo antico, e di Massimo Congedi e Ferdinando Catino, suoi aiutanti.

 

Secondo il magistrato, nel piccolo centro del Salento, in occasione della manifestazione musicale, sarebbe stato realizzato un vero e proprio imbroglio ai danni di centinaia di cittadini, che avrebbero pagato per posteggiare l’auto, ottenendo in cambio i tagliandi con tanto di logo del Comune di Ugento e tariffa da pagare. I soldi ricavati dalla vendita non autorizzata dei tagliandi, secondo la Procura, sarebbero finiti nelle tasche degli indagati.

 

Dopo la notifica dell’avviso di conclusione indagini, gli indagati hanno chiesto di essere ascoltati dal magistrato per fornire la loro versione dei fatti. L’unico che è riuscito a dimostrare la propria estraneità alla vicenda è stato l’ex assessore Antonio Ponzetta, la cui posizione è stata infatti archiviata.

 

Fonte: www.ilpaesenuovo.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *