Questo articolo è stato letto 7 volte

Assoluzione piena per il Comandante Giovanni Centrone

polizia_locale2

Assoluzione piena per Giovanni Centrone “perché il fatto non sussiste”. Con questa formula si conclude un incubo durato dieci anni. I fatti risalgono al 2000, anno in cui si svolse il concorso per l’assunzione di quattro vigili urbani bandito dal Comune di Acquaviva. Nel 2004 furono emesse cinque ordinanze di custodia cautelare e quattro avvisi di garanzia.

 

Il comandante Centrone fu messo agli arresti domiciliari. Furono questi gli effetti delle indagini condotte dalla Procura e dai Carabinieri della Compagnia di Gioia del Colle nel corso delle quali erano state riscontrate delle anomalie nello svolgimento del concorso. Ne era quindi emerso un quadro piuttosto grave che configurava il reato di “abuso d’ufficio e falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici; soppressione, distruzione e occultamento di atti e tentata truffa aggravata”.

 

L’ultima udienza del processo si è tenuta ieri. Il Collegio della 1° Sezione penale del Tribunale ha quindi assolto con formula piena Giovanni Centrone, comandante della Polizia Municipale, Antonio Orofino, all’epoca dei fatti segretario generale e presidente di commissione d’esame, il dirigente dell’Ufficio Affari Generali, Maria Saveria Colamonico, l’istruttore amministrativo, Anna Maria Labate, il maresciallo dei vigili urbani e istruttore Franco Finizio, Donato Savino e Maria Assunta D’Ambrosio.

 

Raggiunto telefonicamente, il Comandante Centrone ha così commentato la sua assoluzione: “ È la fine di un incubo. Dedico la felicità di questi momenti alla memoria di mio padre. Purtroppo è venuto a mancare l’anno scorso e non posso condividere con lui la gioia che provo oggi. La malattia di cui soffriva ha avuto inizio, per una coincidenza che definirei fatale, proprio nel periodo in cui è partita questa triste ed estenuante vicenda”.

 

Fonte: www.acquavivalive.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *