Questo articolo è stato letto 1 volte

‘Alessandria è sicura, nonostante la Polizia Locale sia sottorganico’

auto_pm

E’ quanto emerso dalla presentazione dei dati del 2011 del Corpo. Il Comandante Rossi annuncia anche l’arrivo di due cani antidroga per maggio.

 

Un quadro completo dei dati sulle operazioni della Polizia Municipale di Alessandria per quanto riguarda il 2011: è quanto emerso in una conferenza stampa questa mattina a Palazzo Rosso alla presenza del Sindaco Piercarlo Fabbio, del Comandante della Polizia Locale Pier Giuseppe Rossi e della Presidente della Commissione Sicurezza Vittoria Poggio. Il Comandante ha poi spiegato un importante novità per il Corpo: da maggio entreranno in azione due cani antidroga, pastori tedeschi “di lavoro”(termine tecnico) dal nome Fox e Nitro. Ora sono a Firenze assieme agli agenti che dovranno condurli per il corso di addestramento, e sarà il primo caso di cani antidroga in carico ad un corpo di Polizia Locale.
Tornando ai dati statistici relativi all’anno 2011, il Comandante Rossi ha sottolineato come “la Polizia Municipale ha confermato il suo ruolo e la sua funzione di istituzione votata al servizio della sicurezza dei cittadini di questa città con significativi risultati, nonostante le disposizioni legislative e la conseguente riduzione delle risorse finanziarie e umane non hanno contribuito a migliorare gli interventi che vengono sempre più richiesti dai cittadini”.

 

Il servizio offerto dal Corpo si sviluppa nell’arco delle 24 ore, uno dei pochi in Regione con Torino e Asti. “Un orario dunque impegnativo ma che consente di dare risposte concrete alle richieste di intervento – spiegano la Polizia Municipale nella sua relazione – Si pensi proprio alla situazione di questi giorni che, grazie alla presenza ininterrotta dei nostri operatori, ha consentito di avere sempre sotto controllo la situazione viabile, ma anche per gli interventi di aiuto a seguito delle gelate e nevicate di cui abbiamo dovuto seguire le conseguenze. Nonostante il disagio la città non si è fermata ma ha continuato ad essere pulsante grazie proprio alle donne e agli uomini che hanno consentito, dislocati in maniere razionale, la mobilità di veicoli e persone. Inevitabilmente qualche disagio si è riscontrato, ma non determinato da fattori endogeni alla struttura”.
Il controllo del territorio, rispetto all’anno precedente, ha evidenziato un incremento notevole riguardanti la presenza di persone non in regola con il permesso di soggiorno da 29 a 45 nonché persone foto-segnalate da 41 a 112. Attività che ha incrementato la banca dati SDI da 1281 a 1796. Questa attività ha portato alla denuncia da 263 a 344 persone, per vari reati. Sono state inoltre controllate 112 unità abitative con relativi interventi sia di carattere penale, sia amministrativo. Le notizie di reato inviate all’A.G. sono quasi triplicate passando da 342 a 839.
Una leggera flessione ha avuto l’applicazione dell’ordinanza antiprostituzione, in conseguenza della sentenza della Corte Costituzionale riguardante l’applicazione delle ordinanze sindacali, che ha rallentato l’attività contravvenzionale ma non i controlli che, comunque, sono stati elevati: 549 verbali. Sono aumentate le sanzioni riguardanti l’accattonaggio da 98 a 149 verbali a persone contestati. I controlli sul territorio complessivamente risultano essere 9.825. Passando ai dati degli illeciti amministrativi pagati, si riscontra un dato inferiore rispetto l’anno precedente. Una risposta è certamente riconducibile alla diminuzione del personale a seguito dei raggiunti limiti di età e cambio di profilo professionale: 6 persone nell’arco di 16 mesi. A questo dato si riscontra un incremento delle emissioni a ruolo che è di 3.401.859, rispetto ai 2.884.861 dell’anno precedente.

 

Per quanto riguarda la sicurezza stradale, i controlli sull’autotrasporto hanno dato risultati oltre ogni aspettativa. Dai dati infatti emerge che sono stati effettuati 229 controlli che hanno portato a 357 sanzioni e alla detrazione di 450 punti patente. “L’incremento dei controlli concorre, oltre ad elevare gli standard di sicurezza sulla strada, a contrastare il fenomeno dell’abusivismo e della sleale concorrenza nel settore che rappresentano non solo una priorità istituzionale, ma anche un’efficace risposta alle categorie economiche si settore che con la globalizzazione del mercato subiscono da attori commerciali, per lo più appartenenti a paesi dell’Est europeo, insofferenti al rispetto della normativa comunitaria in materia di trasporto di merci” commentano dalla Polizia Municipale. Nel corso dell’anno 2011, in ottemperanza alle disposizioni impartite dal Ministero dell’Interno in sinergia con la Regione Piemonte, sono stati effettuati 62 posti di controllo mirati a verificare il rispetto delle normative europee sul trasporto delle merci. Durante le verifiche sono state accertate 284 violazioni a carico dei conducenti e 35 a carico delle ditte committenti/vettori. Contestualmente si è proceduto alla decurtazione complessiva di 450 punti/patente a carico dei conducenti (n. controlli = 226 veicoli controllati dei quali 111 sanzionati; n. sanzioni comminate = 319 a conducenti + ditte di autotrasporto; n. di illeciti riscontrati sui controlli = 284; n. punti patente detratti = 450).
Preoccupanti sono i dati riguardanti i comportamenti riconducibili a fuga/omissione di soccorso, a seguito di incidenti stradali che sono letteralmente raddoppiati. Come del resto vi è stato un incremento della guida senza la patente conseguita(le patenti ritirate sono 79, le carte di circolazione 6, i punti patente decurtati sono stati 6.168).
Un decremento da ritenere positivo è la diminuzione dei sinistri stradali con lesioni a persone del 15% circa, di sinistri con soli danni materiali 10% circa, e di quelli con esito mortale del 34% circa. Nel complesso i sinistri stradali, nella totalità, hanno avuto un decremento dell’11% che risponde pienamente al risultato rilevato all’inizio dell’anno.
Importanti poi i risultati riportati dall’Ufficio Supporto Vittime. Un aumento che supera il 10% nonché interventi che abbracciano il disagio degli anziani, dei minori e interventi sul disagio mentale e sociale. I casi di stalking sono stati trattati in maniera diretta e su disposizioni dell’Autorità Giudiziaria. Attualmente la Polizia Municipale collabora con la Procura del Tribunale dei Minori di Torino per casi di particolare gravità nel contesto giovanile.
Una particolare attenzione è stata poi dedicata al commercio sia in sede fissa che ambulante e a quello abusivo. Le sanzioni hanno avuto un aumento del 50% circa rispetto l’anno precedente, anche i circoli privati sono stati oggetto di controllo del personale di settore. Sono stati riscontrati ben 20 illeciti penali in merito. Anche l’edilizia ha più che raddoppiato i controlli con sanzioni sia di carattere penale che amministrativo.

 

Di nuova istituzione poi l’organizzazione di un’unità anticrimine e investigativa con l’avvio di un Gabinetto di Polizia Scientifica che permette di ridurre drasticamente le risorse, sia in termini umani che di spesa per l’identificazione dei soggetti in stato di fermo, affiancando tale tipologia di attività a quella dell’analisi documentale mediante attrezzatura in grado di accertare la genuinità dei documenti esibiti al personale di Polizia Locale. Si è attivato un sistema integrato di azioni per stabilire l’autenticità dei documenti di identità delle persone controllate dagli agenti di P.M. rendendo più sicuri gli accertamenti attraverso i rilievi foto dattiloscopici degli individui privi di documenti(n. controlli di P.S. = 250; n. documenti falsi accertati su controlli = 135; persone foto segnalate da 41 a 112).
Le operazioni degli Ispettori Ambientali sono state efficaci grazie ad un capillare lavoro di monitoraggio del territorio in collaborazione con il Nucleo Sicurezza ed in generale con il Comando. Il riscontro è decisamente positivo, efficace ed efficiente nonostante la carenza di risorse umane e finanziarie: 517 segnalazioni, 3179 controlli , 252 sanzioni e 10 reati ambientali. Da non sottovalutare poi il gruppo dei Volontari della Polizia Municipale che ha dimostrato un’ottima organizzazione di collaborazione con gli Agenti di P.M., “ottenendo un buon consenso cittadino dimostrando una maggior presenza sul territorio, molto utile durante le manifestazioni cittadine e durante gli eventi delle festività” commentano dalla Polizia Municipale. A breve poi sarà organizzata una nuova commissione per reclutare un nuovo gruppo in base alle numerose richieste di partecipazione pervenute.

 

“In quest’ultimo anno è stata accentuata la questione della sicurezza – commenta il Sindaco Piercarlo Fabbio – Per primo siamo andati a colpire l’abusivismo negli alloggi, con un’ordinanza che obbliga i padroni di casa ad evitarne l’accesso. Tenere assieme questi risultati non è stato semplice dal punto di vista funzionale, considerando che vengono richieste sempre più cose alla Polizia Municipale. Per questo abbiamo aumentato la cultura e l’informazione ai nostri agenti: un esempio ne è il progetto NESS. Continua poi il progetto telecamere, che estenderemo al Cristo fino a Piazza Ceriana. Dovremo poi aumentare la presenza di agenti nella Control Room, per la crescita di segnalazioni che vi arrivano”.

“La Polizia Locale è una realtà ben consolidata in Italia – aggiunge il Comandante Pier Giuseppe Rossi – Siamo sul territorio 24 ore su 24: immaginate se non vi era un servizio del genere nell’emergenza neve, sarebbe diventato tutto più difficile. L’aumento di contestazioni di reato è importante, considerando la diminuzione di organico, a cui dobbiamo sopperire con control room e attività sul territorio”.
“Nel decreto semplificazioni del Governo Monti sono eliminati i vincoli per le aperture di circoli privati – ha sottolineato la Presidente della Commissione Sicurezza Vittoria Poggio – Se da un lato c’è un beneficio, dall’altro ci sono seri problemi. I controlli hanno permesso di evituare situazioni di schiamazzi, disturbo, ma queste liberalizzazioni potrebbe rendere difficile per un Sindaco mettere a posto la situazione”.

 

Fonte: www.tuononews.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *