Questo articolo è stato letto 0 volte

Controllori speciali sulla sicurezza stradale per legge

Una nuova figura professionale creata ad arte per vigilare e prendersi cura delle principali arterie viarie del paese. L’ultimo decreto legge tra i ministeri dell’Istruzione e quello dei Trasporti prevede un programma di formazione per “Controllori della sicurezza stradale”.

Se volete fare “molta strada” nella vita, vi informiamo che da pochi giorni, è entrata in vigore una legge del Ministero dei Trasporti che prevede corsi di formazione per “Controllori della sicurezza stradale”, nuove figure professionali atte a vigilare sulle vecchie infrastrutture da modernizzare e su quelle future ancora da fare. Il nuovo provvedimento del governo “tecnico” fa però seguito al decreto legislativo del 15 marzo 2011, n. 351 sulle: “Disposizioni per l’istituzione e l’attuazione di procedure volte alla valutazione di impatto sulla sicurezza stradale per i progetti di infrastruttura, ai controlli della sicurezza stradale, alla gestione della sicurezza della rete stradale e alle ispezioni di sicurezza”. Un decreto interministeriale stipulato tra i trasporti e l’istruzione per la realizzazione dei programmi di formazione di 180 ore per formare, una figura dall’elevato profilo professionale che possegga approfondite conoscenze, capacità e competenze per il controllo della sicurezza stradale. Il “supertecnico” avrà modo di vigilare sulle strade che fanno parte della rete transeuropea e nazionale, in fase di pianificazione, di progettazione, in costruzione o già aperte al traffico.

L’attività formativa sarà articolata con lezioni in aula, ed esercitazioni pratiche con la redazione di documenti e report di verifica riguardanti attività di valutazione e controllo di progetti stradali sotto il punto di vista della sicurezza della circolazione, nonché ispezioni sulla sicurezza “on the road” su strade, autostrade e gallerie. Per il conseguimento dell’idoneità professionale, è prevista una prova finale obbligatoria, scritta e orale, sull’intero programma del corso; si verrà inseriti cosi in una speciale graduatoria di merito che vi garantirà se non la “monotonia” del posto fisso almeno la partecipazione a corsi di aggiornamento periodici gratuiti.

Fonte: www.scuolaguida.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *