Questo articolo è stato letto 0 volte

Prato, tasse non pagate. Equitalia sequestra auto di lusso

Operazione con la polizia municipale per riscuotere i tributi non pagati dai cittadini cinesi. Sette le vetture di grossa cilindrata che saranno vendute all’asta.

Operazione di Equitalia e polizia municipale di Prato per riscuotere i tributi non pagati dai cittadini. Questa mattina si è svolta la seconda fase dell’ operazione di riscossione di tasse non pagate. La prima fase si era svolta nel mese di gennaio: dopo il milione di euro riscosso in quell’occasione, oggi il risultato dell’operazione è stata la riscossione coattiva di oltre 500 mila euro di tasse non pagate. Questa mattina sono state 7 le auto di grossa cilindrata sequestrate: una Mercedes 220 per un debito non pagato di 117 mila euro, un Porsche 911 Carrera per un debito di circa 50 mila euro, una Bmw serie 3 per 42 mila euro di debiti e un’Audi A5, insieme a macchine d’ufficio e mobili d’arredamento, per un totale di 90 mila euro di debiti. Le vetture saranno vendute all’asta, dopo esere state confiscate, a meno che i proprietari non saldino il debito con Equitalia (entro 30 giorni), così come ha fatto un cittadino cinese che a fronte di un debito di circa 50 mila euro, ha anticipato 30 mila euro tramite un assegno per non farsi sequestrare due vetture Mercedes.

Durante i sequestri, nella zona di via Roma, ad un cittadino cinese, oltre che una Mini Cooper e un furgone, per un debito di 117 mila euro, sono state sequestrate anche 20 macchine taglia e cuci trovate all’interno di un capannone in cui le forze di polizia hanno rintracciato alcuni operai, tra cui 4 clandestini.

Fonte: firenze.repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *