Questo articolo è stato letto 1 volte

Pomigliano, investe Vigile Urbano per sfuggire al posto di blocco: arrestato

agenti

Un venditore ambulante, privo di patente e di assicurazione Rc auto, forza il controllo dei vigili e investe un agente. Per lui soltanto una lieve ferita alla mano.

 

Arrestato dai vigili urbani, diretti dal comandante Luigi Maiello, un venditore ambulante: ha investito col suo furgone un agente della polizia municipale. Il casco bianco è stato curato presso una clinica di Acerra. Ha riportato ferite alla mano guaribili in tre giorni. La vicenda risale alla tarda mattinata di domenica. Alle undici e mezza, in zona Ponte, pieno centro di Pomigliano, un venditore ambulante di frutta e verdura guida il suo furgoncino. E’sprovvisto di patente (gliel’avevano già ritirata le forze dell’ordine in una precedente operazione ). Per di più il suo mezzo è anche privo di assicurazione.

 

Ma quando i vigili tentano di fermarlo per un controllo non esita ad accelerare per darsi alla casino fuga. Risultato: un casco bianco finisce in ospedale, colpito dall’abitacolo del furgone in corsa. L’agente, Giacomo Saviato, del reparto motociclisti, 55 anni, moglie e figli, viene ricoverato in una clinica di Acerra. Comunque, nulla di grave: i sanitari riscontrano una ferita alla mano guaribile in qualche giorno. Intanto l’investitore, dopo un inseguimento terminato nei pressi dell’ufficio postale della vicina Tavernanova di Casalnuovo, viene bloccato dai vigili e quindi arrestato. Ora N.A., 43 anni, di Afragola, è a piede libero ma il rito direttissimo ha stabilito che dovrà comunque affrontare un processo per aggressione e lesioni.

 

«In ogni caso il venditore ambulante il giorno dopo è venuto da noi, al comando, per scusarsi – racconta il comandante Maiello – poi lui e Saviato si sono riconciliati». Tutto è bene quel che finisce bene, dunque. Ma la situazione relativa alle irregolarità che si registrano nel commercio ambulante resta allarmante. « Spesso gli ambulanti non fanno lo scontrino e si mettono in diretta concorrenza con i negozianti il che alimenta tensioni fortissime e ci mette costantemente in guardia», la preoccupazione di Maiello.

 

Fonte: www.ilmediano.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *