Questo articolo è stato letto 0 volte

Ferrara – Vigili e indennità, conciliazione sospesa

polizia_municipale2

Dopo l’incontro in Prefettura sul contratto prosegue lo stato di agitazione della Polizia Municipale ‘in attesa di risposte soddisfacenti’

 

Lo stato di agitazione dei vigili urbani prosegue “fino a quando non avremo risposte soddisfacenti”. Lo riferisce Claudia Canella, responsabile della Funzione Pubblica Cisl, al termine del tentativo di conciliazione avvenuto ieri in Prefettura.

 

Il nodo da sciogliere riguardava l’eliminazione dell’indennità di disagio per gli agenti di Polizia Municipale. I sindacati ne hanno contestato l’eliminazione, che avrebbe visto una loro sostituzione in busta paga con altre voci, e si sono presentati all’incontro forti “del fatto che due tribunali hanno dato ragione ai vigili, in prima istanza, e in particolare fa scuola il caso di Rimini”. Alla luce dei recenti pronunciamenti, quindi, le organizzazioni sindacali hanno chiesto il ripristino delle indennità, ricevendo in risposta un ‘ni’.

 

“Si sono riservati di valutare la situazione – spiega Claudia Canella – mentre finora è stato sempre contrapposto il ‘prendere o lasciare’ alle nostre richieste. Attendiamo di vedere quindi il verbale e poi valuteremo il da farsi, anche se un dietrofront, per quanto auspicabile, sembra improbabile. Ci crederò quando lo vedo”.

 

L’indennità di disagio, allo stato attuale, riguarderebbe circa 160 agenti di Polizia Municipale. Ma non è l’unica questione sul tavolo. Su altri problemi i sindacati hanno invece registrato una certa apertura e disponibilità. “Si era deciso di discutere dello straordinario tre volte all’anno – spiega Canella – e non è mai stato fatto. Su questo si è convenuto che si dovrà parlare. Anche sulla composizione del fondo incentivante e sulla formazione qualcosa si intravede”.

 

Fonte: www.estense.com

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *