Questo articolo è stato letto 14 volte

Roma: Alemanno smentisce ‘La Repubblica’, nessun cambio a vertici Polizia Locale

alemanno

“Mi dispiace per lo “scoop” di Repubblica, ma non c’è alcun avvicendamento programmato al vertice della Polizia locale di Roma Capitale.

In realtà non conosco neppure il generale Apostolo che secondo gli articoli in questione dovrebbe essere il sostituto di Giuliani.

La verità è soltanto una: al comandante Giuliani, che gode della nostra fiducia, è stato dato un ben preciso mandato di rivisitare complessivamente la struttura del Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale per fugare tutti i sospetti che in queste settimane sono stati avanzati a livello giornalistico e mediatico”.

 

È quanto dichiara sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

 

“Il Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale è composto da migliaia di uomini e donne che fanno ogni giorno il loro lavoro con trasparente onestà e forte dedizione, e bisogna evitare che alcune denunce, su cui sono state aperte inchieste ancora da concludere, possano mettere in dubbio questa realtà. Su questo faccio un ben preciso appello agli organi di informazione per rimanere ai fatti e alla realtà delle denunce evitando di costruire teoremi e retroscena inesistenti.

 

Se ci sono “mele marce”, casi sospetti o deficit organizzativi questi vanno denunciati, verificati con trasparenza ed eliminati con la massima durezza. Questo è il compito che ho affidato ad Antonio Giuliani, in collaborazione con il mio Gabinetto, senza retro pensieri o sostituti nel cassetto, ma solo con la forte direttiva di un ben visibile salto di livello e scatto d’orgoglio” aggiunge Alemanno.

 

Fonte: www.irispress.it

Fonte:

9 thoughts on “Roma: Alemanno smentisce ‘La Repubblica’, nessun cambio a vertici Polizia Locale

  1. Facevo le medie quando mio zio decise di aprire un negozio in Via della Vignaccia, zona periferica di Roma, tra via della Pisana e via Aurelia.
    Ogni tanto passavano i vigili, così a fare qualche controllo, erano ben felici di avere un po’ di pesce, soprattutto sotto Natale, quando arrivavano con la puntualità che non gli si riconosce mai quando sono chiamati dai noi cittadini.

    Complimenti, bella gente!

  2. E’ proprio un politico di razza il sindaco Gianni Alemanno!
    Non sono le denunce che mettono in dubbio questa realtà, ma piuttosto è la realtaà sempre piu corrotta che spinge i cittadini a denunciare alla Magistratura la verità.
    Lasciamo alla Magistratura il compito di stabilire
    se sono teoremi o retroscena esistenti..
    Da tutti i documenti affidati dal sottoscritto alla Magistratura,ritengo che questa volta se le inchieste non vengono come spesso accade insabbiate, salteranno diverse teste partendo da quelle di razza a finire ai Vigili urbani corrotti!!!!!
    Dr. Silvestro Romano

  3. Silvestro romano, titolare del locale Turi & Tano in Via Lazio 17, personaggio pubblico con “vigilopoli” e che asserirebbe qui sopra di aver affidato documenti alla Magistratura, credo abbia dimenticato di precisare sempre in Magistratura di aver avuto un procedimento penale a proprio carico in quanto occupò l’area di un posto dei disabili con tavoli, sedie, fioriere ed ombrelloni senza alcuna formale concessione da parte dell’amministrazione e dopo la misteriosa sparizione del palo del posto dei disabili e delle strisce, cancellate col catrame.
    Se i vigili multavano questo silvestro romano eseguivano infatti ordini di giudici penali che avevano sequestrato i tavolini, corpo del reato.

  4. Vorrei ricordare a questi insigni luminari, che carta canta.
    Ad oggi 3 tra vigili urbani e dipendenti comunali sono stati arrestati per corruzione e abuso… vorrei ricordare sempre agli insigni dotti che ultimamente 112 vigili urbani DEL Comune di Roma sono stati prosciolti per prescrizione da una inchiesta per corruzione ed abuso di ufficio, la cosa ripugnante e schifosa è, che alcuni di questi hanno continuato la loro carriera “onesta e illibata”, tant’è che oggi sono coinvolti in altra inchiesta per corruzione oggetto anche delle mie denunce..
    Infine vorrei ricordare sempre a tano e tanos che sono dei veri bastardi e infami…
    Ritengo fino alla prova contraria (e non alle vostre bastarde calunnie e infamie) che sono semnpre stato un cittadino onesto…
    I verbali non sono stai a me contestati per ordine di nessun Magistrato ma per ordine di chi evidentemente non ha avuto da me mazzette !!!!!
    Fatti oggetto di denuncia penale…
    Continuate pure, solo questo sapete fare, nascondervi dietro gli alias e bastardate che fate!!!!!
    Infine vi ricordo che sull’asserito procedimento penale a mio carico non ci crede neanche il P.M titolare che a distanza di quasi tre anni dal fatto, non si è degnato neanche di richiedere il rinvio a giudizio. Evidentemente sicuro che le sue accuse non troverebbero alcun riscontro probatorio in sede dibattimentale o forse perchè nel corso del dibattimento salterebbe fuori che egli stesso è indagato per gli stessi fatti dalla PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI PERUGIA. E INFINE LA CIRCOSTANZA CHE A QUASI DUE ANNI DALLA CHIUSURA DEL LOCALE SI CONTINUI A PARLARE DEL SOTTOSCRITTO NON FA CHE RAFFORZARE LE MIE DICHIARAZIONI RESE AI PUBBLICI MINISTERI TITOLARI DELL’INCHIESTA VIGILOPOLI. E COME DISSE UN VERO ILLUMINISTA: CHE SE NE PARLI BENE O MALE, PURCHE’ SE NE PARLI.
    GRAZIE PER IL SUPPORTO FATTIVO CHE STATE DANDO ALLE MIE DICHIARAZIONI.
    DR. SILVESTRO ROMANO

    • Sig. Romano,
      sarebbe così cortese da rispondere a qualche semplice domanda?
      Perché, a tantissime persone che hanno lavorato per le sue società di recupero crediti (ormai Fallite), pur consegnando una busta paga, non ha versato i contributi e le tasse?
      Perché, anche molto prima del fallimento, a tantissimi di quelli che si sono dimessi o sono stati licenziati, non ha pagato le ultime buste paga?
      Perché, a tantissimi di quelli che hanno avuto la sfortuna di lavorare con lei non è stato pagato il TFR?

      Se riesce a dare una risposta civile, le saremmo tutti grati.
      Saluti.

  5. I precedenti post sono stati fatti per fare corretta informazione, dato che i quotidiani non avevano scritto che l’occupazione posta in essere dall’imprenditore, celebrato come erore, era in realtà sopra un posto die disabili.
    Anche in questo caso occorre precisare.
    Non corrisponde al vero che 112 vigili siano stati prosciolti per prescrizione.
    Era il 2000 quando sono state iscritte 113 persone sul registro degli indagati. Nel 2007, però, la storia era già cambiata: solo 18 indagati sono finiti sotto processo. Per 15 di loro è intervenuta la prescrizione.
    Perben 95 ci fu l’archiviazione!
    In ogni caso non è che si può ragionare per categorie o facendo di tutta l’erba un fascio. Se anche 1000 vigili fossero stati indagati non si può certo giungere alla conclusione che tutti i vigili siano corrotti o poco di buono come il post precedente lascia intendere.
    Nessuno accusa il Sig. Silvestro Romano di essere disonesto.
    si dice solo la verità: i giornali hanno riportato una distorta ricostruzione deli eventi, facendolo diventare famoso e personaggio pubblico, celebrandolo come eroe che ha lottato contro un sistema asseritamente corrotto.
    In realtà, come risulta documentalmente, occupò con tavoli sedie e fioriere, senza espresso rilascio di concessione da parte del Comune, un’area destinata ad un parcheggio disabili, i parcheggi per i residenti e gli spazi davanti ad altri negozi, fu indagato per la misteriosa sparizione del palo che contrassegnava il posto dei disabili e l’area fu sequestrata penalmente.
    Questa è la realtà documentata che i giornalisti hanno celato ai lettori.

  6. Egregio Sig. romano, le consiglio vivamente di farsi vedere da uno psicologo….il suo astio verso una Categoria che permette alle città ed ai paesi d’italia di funzionare,che rileva incidenti stradali e che evita che vi sià l’anarchia più totale è inquietante e denota quantomeno un’equilibrio psicologico molto precario.
    Nessuno discute sul fatto che lei sia o meno un onesto cittadino, quello che lascia tutti esterefatti sono gli insulti e le offese gratuite,l’ossessione di dover denigrare i “vigili” e la senzazione di onnipotenza che ha di sè stesso, quale persona perfetta e al di sopra di tutto, che deve assicurare alla giustizia i “famelici vigili”.
    Sig.romano……non ci sono parole e sinceramente se tutti i bravi ed onesti cittadini avessero il suo atteggiamento ci sarebbe di che preoccuparsi, ma per fortuna invece la maggior parte della gente capisce l’importanza e soprattutto l’indispensabilità della Polizia Municipale nella società in cui viviamo.
    cordiali saluti.

  7. Scusate ma per informazione c’è la società che ha dato in gestione il locale che ovviamente non ha percepito il regolare pagamento della gestione e in più non bastasse ad oggi ha perso tutto. Forse sarebbe stato più onesto ridare il locale a chi di competenza e svolgere con tranquillità le vicende ad esso collegate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *