Questo articolo è stato letto 4 volte

Nola: chi l’ha visto il concorso per ‘agenti di polizia locale’?

concorso_vigili_urbani

“Che fine ha fatto il concorso pubblico per Agenti Di Polizia Locale? Se lo chiede il responsabile della CGIL della Zona Nolana”

 

Con la delibera di giunta municipale n. 69 del 24 febbraio 2011 l’Amministrazione Comunale di Nola diede avvio, lo scorso anno, alla procedura burocratica per l’attuazione d di un concorso pubblico, per titoli ed esami, finalizzato all’assunzione a tempo determinato (senza precisare la durata del perio contrattuale) di un numero imprecisato di “Agenti di polizia Locale”.
Il Bando del Concorso, di cui all’oggetto, fu pubblicato in data 13 giugno 2011 (circa 4 mesi dopo).
Le domande di ammissione dovevano essere confortate dalla ricevuta di pagamento per ogni singolo candidato di euro 10,33.
I candidati sarebbero venuti a conoscenza delle prove scritte tramite una comunicazione pubblicata 15 giorni prima sul sito istituzionale del Comune e di quelle orali 20 giorni prima.

 

La durata del rapporto di lavoro sarebbe stata determinata sulla base delle disponibilità finanziarie dell’Ente (sic!).
Il 26 luglio 2011 furono ammessi 564 candidati (non si comprende da chi: una commissione? un funzionario? un dirigente?) ed il 31 agosto ulteriori 8 ricorsi furono accolti (non si comprende da chi: una commissione? un funzionario? un dirigente?).
Intanto la prevista Commissione esaminatrice non è mai stata nominata.

 

E’ trascorso oltre un anno dalla Delibera di Giunta del 24 febbraio e a tutt’oggi non si è a conoscenza del destino di quel concorso.
Intanto il Comune ha incassato circa 6.000,00 euro dai candidati.
E’ troppo arduo sapere e capire che fine ha fatto il concorso? Quali sono le intenzioni degli Amministratori nolani? Come sono stati utilizzati i 6.000,00 euro?
Ma la domanda più amara che ci sentiamo fare: è lecito alimentare in centinaia di giovani del territorio speranze che risulteranno, con ogni probabilità, vanificate da procedure burocratiche e volontà politiche assai discutibili?

 

E’ lecito rubare a questi giovani i loro sogni di futuro (tra l’altro con la vaga speranza di un lavoro a tempo determinato della durata assolutamente imprecisata e vincolata alle disponibilità finanziarie dell’Ente?).
Siamo sempre stati favorevoli a mettere in campo iniziative che potessero trasformarsi realmente e credibilmente in seri progetti occupazionali e occasioni di lavoro per i nostri giovani. Ma saremo estremamente duri e critici se tutto ciò dovesse essere utilizzata per le amministrative di maggio e per le politiche del prossimo anno. I tempi sembrano funzionali a queste due scadenze.
Invitiamo coloro che dovessero aver ricevuto promesse di vario genere a comunicarcelo, anche con modalità anonime e/o riservate.
Naturalmente ci auguriamo di sbagliare e, se le informazioni in nostro possesso dovessero risultare inesatte, non esiteremo a rettificare.
Ma se pensar male è peccato, a volte, però, ci si azzecca!

 

Fonte: www.marigliano.net

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *