Questo articolo è stato letto 1 volte

Vigevano, vigili urbani senza collegamento radio

vigili_urbani_armati

Il problema alla centralina che diffonde il segnale dura da tre settimane L’assessore Ceffa: «È in riparazione, ora gli agenti utilizzano i loro cellulari»

 

I vigili urbani sono senza ponte radio da tre settimane. Tutte le pattuglie non possono comunicare tra di loro, se non tramite i telefoni cellulari personali degli agenti. Il problema non riguarda solo la polizia locale comandata da Pietro Di Troia, ma anche i mezzi e il personale di Asm.

Infatti la centrale da cui parte il segnale radio dei due organismi pubblici è lo stesso e si trova all’interno degli ex-bagni pubblici di corso Anita Garibaldi. «Stiamo cercando di risolvere il problema – confermano al comando vigili – l’assenza del collegamento radio è un problema, ma questo non vuol dire che non possiamo lavorare».

A causare il guasto che ha mandato in tilt la centralina da cui partono le onde radio dirette ai mezzi e al personale di polizia locale ed Asm è stato un problema di carattere elettrico. Il macchinario che trasmette il segnale infatti non riceve l’alimentazione di corrente elettrica. Il risultato è che tutte le apparecchiature collegate sono mute. «Spero che nell’arco di pochi giorni la situazione venga risolta – aggiungono alla polzia locale -. Ci stiamo interessando continuamente di questo problema».

 

Intanto le comunicazioni tra le pattuglie in servizio e il comando, ma anche quelle tra le pattuglie stesse sono possibili solo grazie ai telefoni cellulari: «Gli agenti hanno messo volontariamente a disposizione i loro telefoni cellulari anche per le comunicazioni di servizio – spiegano – solo così è possibile lavorare, al momento». Quello dell’utilizzo dei telefoni cellulari è il “piano A” per ovviare all’assenza del ponte radio. La polizia locale però ha studiato anche il “piano B”. Nel caso di eventi con grande assembramento di persone e quindi con un dispiego massiccio della polizia locale, che conta 50 agenti, la soluzione è pronta: «In questi casi c’è pronto un generatore a gasolio che genera corrente elettrica in grado di alimentare la centralina da cui parte il segnale radio – aggiungono al comando di via san Giacomo – questo generatore può garantire energia elettrica, ma solo per poche ore. Va usato solo in caso di situazioni particolari e non estese nel tempo».

 

Per risolvere la mancanza di collegamento radio tra le pattuglie della polizia locale è scesa in campo l’amministrazione comunale: «E’un problema che si era già verificato in passato – spiega l’assessore alla Sicurezza Andrea Ceffa -. Adesso stiamo premendo affinchè l’azienda che ha in riparazione la centralina ce la consegni in tempi brevi».

 

Fonte: laprovinciapavese.gelocal.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *