Questo articolo è stato letto 34 volte

Vigili urbani contro i centurioni al Colosseo

gladiatori_figuranti_colosseo_roma

Vigili urbani contro gladiatori, ma fuori del Colosseo.

 

Da oggi la polizia municipale dovrà intensificare la lotta ai figuranti travestiti da legionari romani o da guerrieri dell’arena, abusivi che spesso pressano troppo i turisti per una foto a pagamento vicino al simbolo di Roma. L’assessore al Commercio Davide Bordoni ha promesso che una task force di vigili si occuperà del problema, riproposto dalla Sovrintendente ai Beni Archeologici della capitale Maria Rosa Barbera. Niente da fare invece per camion-bar e venditori ambulanti di souvenir messi all’indice dalla Sovrintendenza perché «assediano» l’Anfiteatro Flavio. «Hanno autorizzazioni anche da trent’anni rilasciate dal Comune ma col nullaosta delle Sovrintendenze. – dice Bordoni -.

 

Anni fa operavano addirittura all’interno del Colosseo. Questa amministrazione non ne ha aumentato il numero e solo e limitatamente per il periodo pasquale, come di prassi, verranno allontanati». Una «stretta» per la Via Crucis del Papa, insomma. L’assessore è d’accordo con la Sovrintendente sulla «necessità di decoro e di maggiore controllo del territorio, anche se non è semplice da gestire». Bordoni è «disponibile a un tavolo di lavoro per risolvere il problema. È nel nostro interesse reprimere l’abusivismo». «Noi da qui non ce ne andiamo. Non ci arrendiamo», dicono intanto centuriori e gladiatori nei dintorni del Colosseo. Chiedono un permesso regolare per poter esercitare la «professione». Da oggi la «task force» avrà molto da fare.

 

Fonte: www.iltempo.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *