Questo articolo è stato letto 1 volte

San Severo – Bruciate quattro auto dei vigili urbani, erano parcheggiate vicino al comando

auto_pm

I mezzi sono stati completamente distrutti dalle fiamme. Trovata una tanica sporca di liquido infiammabile.

 

Attentato incendiario alla caserma della Polizia municipale di San Severo dove, un incendio ha distrutto quattro automobili di servizio. I mezzi erano in sosta nel parcheggio all’aperto di via Terranova, alle spalle della sede della Polizia municipale alla periferia della città: un posteggio chiuso solo da un cancello che è facile scavalcare. L’incendio ha completamente distrutto quattro automobili – due Peugeot e due furgoncini – e danneggiato un quinto mezzo: inoltre, le fiamme hanno anche lesionato la tettoia in alluminio del parcheggio della Polizia municipale. Sul posto alcune squadre dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia e i carabinieri: gli investigatori hanno recuperato una tanica in plastica utilizzata, molto probabilmente, per trasportare il liquido infiammabile utilizzato per l’incendio. Difficile il lavoro degli uomini del 115, anche per il forte vento che ha alimentato le fiamme.

 

IL ROGO – Un incendio divampato nelle prime ore del lunedì di pasquetta, intorno alle quattro, quando il sole non era ancora comparso all’orizzonte. Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri il piromane è riuscito ad entrare nel parcheggio attraverso la recinzione posteriore del parking dei vigili urbani: una volta all’interno, indisturbato, ha cosparso di benzina le automobili, dandogli poi fuoco. A dare l’allarme ai pompieri alcuni cittadini spaventati dalle fiamme e dal fumo che proveniva dal comando di via Terranova. Ancora in corso le indagini per capire se ad agire sia stata una sola persona o un commando composto da più persone. I carabinieri e gli stessi agenti di Polizia municipale di San Severo sperano di trovare qualche elemento importante per le indagini e per rintracciare gli autori dell’atto incendiario dalle immagini del servizio di videosorveglianza, di cui è dotato il comando dei vigili urbani. Purtroppo l’attentato è avvenuto quando il sole ancora non era sorto e, dunque, le immagini potrebbero essere buie e non potrebbero aiutare molto gli investigatori.

 

LE IPOTESI – Un attentato che, secondo alcuni, potrebbe essere una sorta di ritorsione nei confronti dell’attività della Polizia municipale che a San Severo, negli ultimi tempi, sta incrementando i servizi contro l’illegalità di ogni genere. «C’è del malcontento generale per ragioni economiche – ha commentato al Corriere del Mezzogiorno il sindaco di San Severo, Gianfranco Savino – hanno voluto fare un attentato, dare un segnale a chi vuole ristabilire un certo ordine a San Severo. Un segnale ai vigili urbani che, su mia sollecitazione, stanno incentivando i controlli». Da tempo, in particolare, la Polizia municipale di San Severo sta eseguendo dei controlli nelle aree mercatali della città controllando le licenze dei commercianti. È solo una ipotesi, è bene ribadirlo, ma forse non è un caso che, stando agli investigatori, la prima automobile ad andare a fuoco sia stata proprio quella utilizzata per questo tipo di verifiche.

 

Fonte: corrieredelmezzogiorno.corriere.it

Fonte:

2 thoughts on “San Severo – Bruciate quattro auto dei vigili urbani, erano parcheggiate vicino al comando

  1. INVITO TUTTI I MIEI COLLEGHI DEL COMANDO A NON MOLLARE, EVIDENTEMENTE STIAMO FACENDO BENE IL NOSTRO DOVERE E LO CONTINUEREMO A FARE….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *