Questo articolo è stato letto 2 volte

Sms in sicurezza: da Ford la lettura vocale dei messaggi

Metà dei guidatori europei legge Sms al volante: per migliorare la sicurezza stradale, Ford propone sui suoi modelli la lettura vocale dei messaggi.

Sms in viaggio: distrazioni pericolose. Al di là di quanto vieta la Legge in Italia (non si può condurre un’auto tenendo in mano un cellulare, articolo 173 del Codice della strada), è indubbio che leggere messaggi mentre si è al volante distoglie l’attenzione dalla guida: per questo, Ford propone la lettura vocale dei messaggi sui suoi modelli.

CON UN SINTETIZZATORE VOCALE – Secondo uno studio commissionato da Ford Europa, ben il 48% dei guidatori europei ammette di leggere gli Sms che arrivano loro sul cellulare anche durante la guida. I guidatori italiani sono i meno attenti: il 61% ammette di guardare gli Sms al volante. Ecco spiegato perché la Casa si prepara a introdurre il sistema di connettività ecomandi vocali avanzati Sync a bordo delle proprie vetture. Che è in grado di leggere, attraverso un sintetizzatore vocale, gli Sms che arrivano sul telefonino del guidatore. Il sistema Sync, dotato della funzione di lettura vocale degli Sms, debutterà quest’anno a bordo della nuova Ford B-MAX, e sarà disponibile su diversi modelli, come Focus e Kuga. Ovviamente, l’obiettivo del sistema Ford è migliorare la sicurezza stradale.

BASTA LA PRONUNCIA – La funzione TTS (text-to-speech, lettura vocale del testo) del Sync, sviluppata con Microsoft, permette la lettura dei messaggi ricevuti da un telefono connesso viaBluetooth: basta la pronuncia di un comando. Il Sync permette inoltre di inviare una risposta preimpostata, come “sono impegnato”, “chiamo più tardi”, o “arrivo tra 10 minuti”, nonché “sì”, “no”, “grazie”. La lettura vocale dei messaggi sarà compatibile con un numero sempre crescente di smartphone, grazie all’adozione del protocollo MAP (Message Access Profile) per la connettività Bluetooth. Questo standard è adottato da un elevato numero di dispositivi, come i BlackBerry di Research in Motion (RIM).

IN FUTURO – Ha spiegato Andrew Bocking, vicepresidente di Research in Motion e responsabile del software per i dispositivi mobili: “L’implementazione dello standard MAP sui BlackBerry permette una serie di applicazioni estremamente importanti, e la collaborazione di RIM con Ford permetterà di fare nuovi passi in avanti verso la completa adozione di questo protocollo da parte dell’intera industria telefonica”. Le basi sono già state ampiamente gettate: quattro milioni di veicoli Ford, in Nord America, sono dotati di Sync Le stime di Ford Europa prevedono che, entro il 2015, questo sistema sarà presente su 3,5 milioni di veicoli circolanti sulle strade del Vecchio Continente.

Fonte: www.sicurauto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *