Questo articolo è stato letto 0 volte

Verona – Indagine sull’utilizzo di auto straniere per evitare sanzioni. Individuati 18 conducenti

La Polizia municipale ha effettuato una serie di controlli su alcune auto che, ufficialmente immatricolate all’estero, dimostravano la presenza sul territorio veronese per la grande quantità di violazioni che accumulavano. Diciotto i conducenti individuati a bordo dei veicoli, spesso auto di pregio come Porsche, Bmw, Mercedes e Audi, ai quali è stata attribuita la responsabilità di un migliaio di violazioni commesse nell’ultimo anno.

 

Tra le principali violazioni: accessi irregolari nella zona a traffico limitato, transito sulle corsie preferenziali, divieti di sosta, velocità eccessiva, sosta in zona carico scarico o rimozione. Violazioni che difficilmente possono essere notificate agli interessati visto che la normativa europea che obbliga i Paesi a fornire i relativi dati entrerà in vigore solo nel 2013. Il numero degli automobilisti, provenienti da Slovenia, San Marino, Francia, Romania, Bulgaria, Croazia e Germania, ha insospettito gli agenti che verbalizzano le violazioni rilevate dalle telecamere della Ztl e delle corsie preferenziali. Sono loro ad essersi accorti di come un ridotto numero di auto stesse commettendo una quantità di violazioni troppo elevata.

 

Il caso più eclatante quello di un furgone a noleggio, responsabile di 414 violazioni, principalmente accessi alla Ztl, seguito da una Mercedes con 175 violazioni in sospeso. Comportamenti inusuali per gli agenti della Polizia municipale, che hanno iniziato ad analizzare le varie tipologie di violazioni commesse e che hanno realizzato una lista nera delle auto da ricercare. Grazie ad una modifica sul software installato nei palmari di servizio, nel dicembre la lista è stata caricata sui 200 dispositivi degli agenti e sono iniziate le verifiche mirate. In questo modo, ciascun agente sul territorio ha iniziato a controllare se il veicolo appena fermato per un controllo di routine era contenuto nell’elenco dei sospetti.

 

I controlli hanno anche messo in luce come i conducenti si tenevano alla larga dalle pattuglie, cambiando strada appena ne scorgevano una in lontananza. Una volta identificati, gli agenti hanno notificato tutti i verbali precedentemente predisposti ai conducenti. Complessivamente sono 2.787 le violazioni commesse a bordo di questi veicoli di cui 1600 già notificate; 14 i mezzi ancora ricercati dalla Polizia municipale.

 

Fonte: www.veronaeconomia.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *