Questo articolo è stato letto 1 volte

Assunzione 20 vigili urbani: Buzzanca attinge dai fondi Ecopass, impegnando somme non ancora in cassa

agenti_polizia_locale

Eppure, il sindaco in qualità di commissario delegato per l’emergenza traffico poteva contare sulla somme “speciali” messe a disposizione dall’ O.P.C.M . 3633/2007. Dove sono finiti quei fondi?

 

Per portare a termine la procedura di assunzione dei 20 vigili urbani  vincitori del concorso indetto nel 2008, l’amministrazione comunale attingerà  essenzialmente dagli introiti provenienti dal ticket di attraversamento dello Stretto, meglio conosciuto come Ecopass,  e solo in minima parte della somme “speciali”  messe a disposizione O.P.C.M . 3633/2007.

E’ quanto si evince dall’ordinanza n.21 del 19 aprile scorso con cui  il sindacoGiuseppe Buzzanca, nella veste di commissario delegato per l’emergenza traffico, ha dato il via libera, annunciato con tanto di comunicato (vedi articolo correlato), all’assunzione «con contratto a tempo  determinato per la durata di un anno di venti agenti di polizia municipale cat. C posizione economica C1».


Dopo aver disposto la «nomina dei vincitori della selezione pubblica» e aver chiarito che «l’immissione in servizio resta subordinata alla preventiva verifica dei requisiti psicofisici», Buzzanca illustra i costi che avrà l’intera operazione, spiegando che «la somma complessivamente occorrente per il pagamento diretto degli oneri diretti, riflessi e IRAP a carico della Gestione Commissariale pari a complessivi 620 mila euro sarà così imputata:

  • 170 mila euro sulla contabilità speciale a seguito dell’O.PC.M.3633/2007
  • 150 mila euro sull’intervento dei residui passivi del bilancio del Comune di Messina, utilizzando i fondi derivanti dall’ampliamento della zona a traffico limitato per i non residenti (ECOPASS)
  • 300 mila euro sugli interventi del bilancio di previsione del Comune di Messina – gestione 2012, utilizzando i fondi derivanti dall’ampliamento  della zona a traffico limitatoper i non residenti (ECOPASS)».

 

Dalle cifre solo sopra riportate, è evidente che solo meno di un terzo della somma complessiva necessaria viene fatta rientrare nella contabilità speciale dell’O.P.C.M. 3633/2007, nonostante tra gli interventi elencati in quell’ordinanza del presidente del consiglio dei ministri – con cui era stato nominato commissario delegato  il prefetto Francesco Alecci,  poi sostituito da Buzzanca  con successiva O.P.C.M 3721/ 2008,  firmata Silvio Berlusconi – rientrava anche l’attivazione di «contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato e limitatamente al Corpo di Polizia municipale  per il potenziamento dell’efficacia operativa» del Corpo stesso. Il più delle risorse sarà infatti prelevato dai fondi dell’ Ecopass :  quelli già in cassa, cioè i 150 mila euro dell’anno 2011, e quelli che l’amministrazione comunale ipotizza di incassare nel 2012, per un impegno di spesa di 300 mila euro.

 

Ma i fondi dell’Ecopass non dovevano servire alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade cittadine? E le somme previste dall’Opcm 3633, nelle quali rientrava anche l’assunzione dei 20 vigili urbani con contratto a tempo determinato,  dove sono finite?

Misteri che paradossalmente sembrano fare luce sui ritardi nelle procedure di assunzione dei 20 agenti di polizia municipale, in attesa di chiamata  da quasi un anno.

 

Fonte: www.tempostretto.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *