Questo articolo è stato letto 7 volte

Dito medio al vigile: per la Procura di Modena non è reato

agenti2

Per la Procura di Modena fare un gestaccio a un vigile urbano, nello specifico il dito medio, non è un reato. Il procuratore aggiunto Lucia Musti ha chiesto l’archiviazione delle accuse rivolte da un agente di polizia municipale di Cavezzo a un automobilista modenese.

 

Per il pm si tratta di “un gesto di maleducazione e di scarsissima finezza”, ma il profilo penale è altra cosa: “Tuttavia – prosegue – nell’evoluzione dei costumi è diventato persino un logo su magliette, borse e felse”.

 

Insomma, a sentirsi offeso pare sia stato solo il vigile, perché quel gesto per il sentire comune non è più offensivo. Ora spetterà al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Modena valutare il fascicolo e decidere se archiviare tutto oppure no.

 

Fonte: www.modenaonline.info

Fonte:

2 thoughts on “Dito medio al vigile: per la Procura di Modena non è reato

  1. Nessun dubbio, quanti giudici vengono offesi e non protetti dalla legge, nelle cause civili e penali.
    Eppure i giudici sono precisi e bravi , per fortuna che esistono loro, chissà quante persone andrebbero in galera per colpa delle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *