Questo articolo è stato letto 1 volte

Roma – Titoli di credito postali da 650mila euro trovati nel campo nomadi

campo_nomadi

Scoperta dei vigili urbani di Roma nel campo rom di via Salone: titoli intestati ad una donna. Trovati anche 30mila euro e cibo da rivendere senza autorizzazioni.

Cercavano droga e armi, hanno trovato titoli di credito postali per oltre 650 mila euro e altri 30 mila euro in contanti di provenienza sospetta. Un vero e proprio tesoro che i vigili urbani della Capitale hanno scoperto nel campo nomadi attrezzato di via di Salone, al Collatino, nel corso di una perquisizione dei container alla quale hanno preso parte una cinquantina di agenti di cinque gruppi cittadini, coordinati dal vice comandante del Corpo, Antonio Di Maggio. I controlli proseguiranno per tutta la giornata di martedì per trovare anche droga e autovetture.

 

TITOLI POSTALI – I titoli erano intestati a una cittadina bosniaca di 51 anni, fermata per identificazione insieme con 5 rom, mentre il denaro in contanti sarà consegnato alle Poste centrali di piazza San Silvestro. I titoli postali sono stati investiti nel 2008 con scadenza nel 2014 e altri 250 investiti nel 2011 che scadono nel 2017.

 

CIBO DA RIVENDERE – Durante i controlli nell’insediamento, inaugurato nell’estate del 2008, il primo dove erano stati conclusi i lavori di ristrutturazione previsti dal Piano nomadi della Capitale, sono stati sequestrati anche alimenti deperibili che venivano venduti senza alcuna autorizzazione. Prodotti che sono stati donati alle suore di Madre Teresa di Calcutta di viale dell’Archeologia, a Tor Bella Monaca, e a un centro anziani di Torrenova, alla periferia est della Capitale.

 

Fonte:  roma.corriere.it

 

Fonte:

One thought on “Roma – Titoli di credito postali da 650mila euro trovati nel campo nomadi

  1. http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/nomadi_nullatenenti_ricchi_auto_lusso_roma/notizie/260922.shtml
    e non è neanche la prima volta nè l’ultima..ma c’è anche un altro problema..da dove arriva questo denaro? A parte lo sfruttamente selvaggio di donne e bambini per l’accattonaggio è probabile che siano frutto di illeciti, furti, rapine, spaccio..perchè non glie li sequestrate? Se ufficialmente sono nullatenenti e nulla facenti dove li hanno presi? E le tasse ovviamente non le hanno pagate…Ricordatevi che Al Capone finì in galera non per gli omicidi che commise, ma per evasione fiscale..poichè erano proventi illeciti non pagava le tasse..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *