Questo articolo è stato letto 0 volte

Spoleto, patto di ferro tra polizia provinciale e municipale: stretta ai controlli su strade e ambiente

Maggiore coordinamento tra polizia municipale e provinciale. Più controlli lungo le strade. E stretta sul rispetto delle normative ambientali. C’è questo al centro del protocollo d’intesa firmato mercoledì mattina a Spoleto dal sindaco della città del Festival, Daniele Benedetti, e dal vice presidente della Provincia, Aviano Rossi alla presenza del coordinatore degli agenti della provinciale, tenente Teodoro Rosina, e di quelli della municipale, tenente Vincenzo Russo.

Stretta sul coordinamento Un patto di ferro tra i due Enti che, a partire da un maggiore coordinamento delle forze a disposizione, mira a rafforzare e ottimizzare la presenza sul territorio riservando una particolare attenzione alle irregolarità che silenziosamente consumano l’ambiente e alla sicurezza lungo le varie arterie di collegamento stradale.

Sicurezza stradale e ambiente Il che tradotto equivale a dire più agenti lungo le strade e controlli massicci nei vasti territori montani dello Spoletino fino ad oggi relativamente monitorati e, di conseguenza, troppo spesso teatro di danni ambientali tutt’altro che trascurabili, basti pensare alle tante discariche abusive che, con estrema frequenza, vengono involontariamente scoperte da comuni cittadini.

Servizio di prossimità territoriale L’altra area al centro del documento sottoscritto mercoledì mattina dal Comune di Spoleto e dalla Provincia di Perugia punta a incrementare quello che le istituzioni definiscono «servizio di prossimità territoriale», vale a dire trovare formule valide al fine di favorire «il contatto con i cittadini approfondendo la consapevolezza dei bisogni della popolazione in funzione di una pluralità di attività».

Fonte: www.umbria24.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *