Questo articolo è stato letto 0 volte

Addio parcheggi gratis. A Varese nuovi parcometri

parcometro

Addio parcheggi gratis. L’amministrazione blinda le zone di Casbeno, Giubiano e quella intorno al tribunale.
Con un provvedimento di «assoluta urgenza», la giunta di Palazzo Estense ha cambiato la destinazione di alcune zone della città, in moda da poter trasformare tutte le aree di sosta in parcheggi a pagamento. Uno stratagemma che così facendo, non obbliga il comune a riservare delle aree destinate alla sosta senza custodia o senza dispositivi di controllo della durata, in cambio di quelle a pagamento.

 
Un provvedimento frutto dei più astuti stratagemmi, offerto su un piatto d’argento ai nostri amministratori dal Codice della Strada. Il comune infatti «qualora assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione,  deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta, su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze». Ossia deve creare una certa proporzione tra parcheggi a pagamento e non. Ma ecco il trucco.  «Tale obbligo non sussiste per le zone definite di particolare rilevanza urbanistica». E cioè, il comune può non rispettare la proporzione tra parcheggi bianchi e blu, in quelle zone che la giunta reputa «di particolare rilevanza urbanistica».

 
Detto fatto. La giunta Fontana ieri ha deciso di rinominare così tre zone della città. Quella di Casbeno, che comprende «la stazione, la sede della Provincia di Varese, della Prefettura, della Questura di Varese, un cospicuo numero di plessi scolastici, la sede dell’archivio di stato,  quella degli uffici finanziari, dell’Asl, dell’Arpa e la piscina comunale». E chi più ne ha più ne metta. Tutti i parcheggi del rione insomma, diventeranno a pagamento non appena sarà pronto il parcheggio che la Provincia sta costruendo in via Daverio e quello difronte, realizzato da un privato. Tra l’altro molto distanti da alcune delle sedi citate nella delibera di giunta.

 
L’altra zona di Varese a diventare blu sarà quella di Giubiano, «che comprende il comparto delle stazioni ferroviarie di Varese, l’Ospedale di Circolo, l’Ospedale del Ponte, la sede dell’Aspem, quella della Regione Lombardia, nonché alcuni importanti supermercati». Anche in questo caso l’area è molto vasta e l’unico parcheggio che l’amministrazione ha in programma di costruire nei paraggi è quello all’interno nel parco di Villa Augusta. Dulcis in fundo, nella delibera è stato inserita anche una più generica zona «limitrofa al Tribunale di Varese».

 

Fonte:  www.laprovinciadivarese.it

 

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *