Questo articolo è stato letto 0 volte

Misano – Fermano ladri e salvano bimbo, encomio per due agenti della Municipale

Giovedì 19 luglio, il sindaco di Misano, Stefano Giannini ha formalmente premiato i gesti valorosi compiuti dagli agenti Stefano Renzicchi e Massimo Carrino in forza al Comando di Polizia Municipale di Misano. Alla cerimonia di consegna delle pergamene di encomio che si è tenuta nel Palazzo municipale, hanno preso parte anche l’assessore alla Polizia Municipale, Fabrizio Piccioni e il comandante del Comando misanese, Giorgio Lauteri oltre ai familiari dei due agenti.

L’agente scelto Stefano Renzicchi è stato premiato per un chiaro gesto di coraggio, professionalità e senso del dovere compiuto lo scorso aprile quando, mentre stava raggiungendo il Comando di polizia di Misano per prendere servizio, ha contribuito ad arrestare un ladro che aveva appena compiuto un furto al supermercato Diamante di Cattolica. L’agente, in divisa, stava viaggiando a bordo della sua auto in territorio cattolichino, quando ha notato un uomo che stava fuggendo lungo la Statale Adriatica inseguito da due dipendenti del supermercato. L’agente ha arrestato la sua marcia e ha bloccato il fuggitivo, dopo essersi accertato che nella borsa che portava con se c’era la refurtiva, ha consegnato il ladro ai Carabinieri di Cattolica.

L’agente straordinario Massimo Carrino, invece, è stato protagonista del recente salvataggio di un bimbo di 3 anni che stava soffocando dopo aver ingerito un corpo estraneo. L’intervento provvidenziale dell’agente, pochi istanti dopo i fuochi d’artificio della Note Rosa dello scorso 6 luglio in piazzale Roma a Misano, ha salvato la vita al bambino. Carrino udendo le urla dei passanti, assieme al collega Renzicchi, si è diretto a piedi all’incrocio tra via Repubblica ed il lungomare, prestando soccorso al bambino che aveva le vie respiratorie occluse. In pochi istanti l’agente ha provveduto a effettuare manipolazioni disostruttive pediatriche che hanno permesso al bambino di ricominciare a respirare regolarmente. Il suo è stato un chiaro esempio di professionalità non comune senso del dovere e chiare virtù civiche.“

Fonte: www.riminitoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *