Questo articolo è stato letto 0 volte

Auto senza RCA: valanga di sequestri a Prato

assicurazione_auto

Solo nel primo semestre 2012, a Prato, sono 563 le auto sequestrate per mancanza di copertura assicurativa RCA.

 

Pessime notizie sul fronte assicurativo: solo nel primo semestre 2012, a Prato, sono 563 le auto sequestrate dalla Polizia municipale per mancanza di copertura obbligatoria RCA.

 

TRE AL GIORNO – I Vigili di Prato, quest’anno, viaggiano all’impressionante media di 3,1 auto sequestrate al giorno per assenza di RCA. Così, nel giro di sei mesi, sono quasi raddoppiati gli automobilisti che non pagano l’assicurazione, visto che nel 2011 erano stati 687. Attenzione, non si tratta della semplice dimenticanza (che comunque è cosa grave, perché si viaggia senza copertura), ma di un vero e proprio sistema di evasione dell’obbligo della RCA. Il motivo? La crisi. Non ci sono soldi per arrivare a fine mese e pur di sopravvivere si ritardano quanto più possibile i vari pagamenti, nella speranza di non essere sanzionati dalle Forze dell’ordine. Ma forse il sequestro (e la successiva confisca se non ci si mette in regola entro un determinato periodo) e la multa salata (779 euro se non si paga la polizza nei giorni successivi; una sanzione inferiore se si versa la RCA) sono il male minore per chi circola senza RCA: il vero guaio nasce se si causa un incidente, magari con lesioni fisiche. In questo caso, il responsabile del sinistro, senza RCA, deve tirare fuori il risarcimento di tasca propria, e possono ballare centinaia di migliaia di euro, specie in presenza di feriti gravi.

 

FONDO DI GARANZIA – Non per niente (a dimostrazione che il fenomeno dell’evasione della RCA non riguarda solo Prato, ma tutta l’Italia), il Fondo vittime della strada (cui si rivolgono le persone coinvolete senza colpa nell’incidente causato da chi viaggiava senza RCA) è sotto stress: numerose, troppe, le richieste di rimborso. E le procedure per ottenere il risarcimento diventano lunghe e pesanti. In particolare al Sud: Su 100 sinistri con un’auto senza RCA, 67 si verificano nel Mezzogiorno e 40 in Campania, specie Napoli e Caserta. Il secondo dramma strettamente collegato alla mancanza di copertura assicurativa è la pirateria stradale: sale il numero delle persone che fuggono dopo aver provocato un incidente, proprio perché la macchina non ha la RCA e si temono sia la multa sia l’obbligo di risarcire le vittime. Un circolo vizioso che diventa sempre più una minaccia per gli utenti della strada.

 

Fonte:  www.sicurauto.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *