Questo articolo è stato letto 3 volte

Montezemolo multato, e il vigile diventa eroe

verbale_multa

Si chiama Bruno Maurizzi, il vigile di Loiano, paese sull’appennino tosco-emiliano, con una carriera ventennale alle spalle, che è diventato un idolo per aver fatto una multa, niente di meno che, a Luca Cordero di Montezemolo.
Trentanove euro per violazione del codice dell’articolo 158 del codice della strada, questa la cifra “strappata” al presidente della Ferrari, per aver parcheggiato male.
Il pick-up di Montezemolo era infatti stato messo dal suo proprietario in una posizione che impediva ad una Fiat di fare manovra e uscire … dall’incastro!
Invece di incassare, dopo l’evidente e maldestro errore, pare che Montezemolo si sia infiammato e abbia cominciato a discutere con l’incorruttibile vigile di Loiano, noto a tutti in paese e, prima di questo episodio, non particolarmente simpatico agli automobilisti!
Un battibecco tra un semplice vigile e il numero uno della Ferrari, che ha attirato curiosi da ogni angolo del paese, nel giro di pochi minuti una piccola folla si era riunita intorno ai due litiganti, che alla fine hanno raggiunto un accordo amichevole. Ma sulla multa il vigile è stato irremovibile!
Ecco perché è bastato poco che diventasse un eroe in paese.
Nel frattempo Montezemolo ha dovuto anche chiedere ufficialmente scusa al sindaco del paesino con una telefonata in cui il primo cittadino di Loiano ha ribadito l’importanza del rispetto delle regole.
La ridondanza di questo episodio è chiaramente dovuta al fatto che c’è di mezzo un illustre nome, perché queste scene si ripetono continuamente sulle nostre strade. Discussioni con vigili o litigi tra automobilisti, multe contestate; tutto nella norma. Ma c’è da riflettere su come mai un vigile che ha fatto il suo dovere e multato quello che per lui era un qualunque cittadino in errore, debba diventare un eroe per questo.
Troppo spesso la notorietà e il denaro sono agli occhi del popolo un plus, un valore aggiunto per cui essere tolleranti. Montezemolo o il Papa non ha importanza, chi sbaglia paga e chi è tutore della legge non può diventare un idolo perché ha fatto il suo dovere.

 

Fonte:  www.frescodiweb.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *