Questo articolo è stato letto 0 volte

Ravenna – Ubriaco alla guida tampona auto della Municipale e picchia gli agenti

L’uomo, senza patente, ha creato il panico in città con la sua guida spericolata su una Fiat Grande Punto rubata. I vigili urbani gli hanno intimato di fermarsi ma lui è fuggito.

Violenza e resistenza a pubblico ufficiale, guida senza patente, in stato di ebbrezza e fuga dopo aver procurato un incidente con danni alle persone. Questi solo alcuni dei reati contestati, nella notte tra mercoledì e giovedì, dalla Polizia Municipale di Ravenna, ad un 25enne tunisino, che poi è stato arrestato.

Tutto è cominciato con una pattuglia dell’Ufficio Città che, intorno alla mezzanotte, durante il normale servizio di pattugliamento del territorio, transitando in via Candiano, giunta all’incrocio con via Darsena, si è vista costretta ad una repentina frenata per evitare l’impatto con una Fiat Grande Punto (che poi risulterà rubata) che ometteva la precedenza.

Immediatamente gli agenti davano l’alt al veicolo per i controlli del caso ma il conducente proseguiva la marcia, zigzagando, in direzione stazione, per poi fermarsi in Piazza Mameli; a questo punto gli agenti si avvicinavano all’autovettura, notando che alla guida si trovava un uomo, di origini nordafricane, con evidenti sintomi di ebbrezza alcolica (occhi lucidi, forte alito vinoso).

Alla richiesta di esibire i documenti il giovane, con gesto improvviso, riprendeva la marcia allontanandosi velocemente. La pattuglia si poneva all’inseguimento del veicolo che percorreva varie strade contromano, fino ad arrestarsi in via Di Roma, al centro della carreggiata, nei pressi della Loggetta Lombardesca; mentre gli agenti si avvicinavano per controllarlo, il conducente ingranava nuovamente la marcia andando a tamponare l’auto della Polizia Municipale.

La fuga dell’uomo riprendeva a piedi finché gli agenti, dopo pochi metri, riuscivano a bloccarlo e il giovane, nel tentativo di svincolarsi, procurava loro lesioni giudicate guaribili in sette giorni.

Nel frattempo sopraggiungeva una seconda pattuglia della Municipale e la persona veniva accompagnata al Comando di Piazza Mameli, dove si procedeva alla sua identificazione, tramite fotosegnalamento, alla contestazione e redazione dei relativi atti.

Protagonista dei fatti, F. H., di 25 anni, nato in Tunisia e in Italia senza fissa dimora che, da ulteriori controlli risultava titolare di numerosi alias e precedenti; si appurava inoltre che era stato detenuto e scarcerato appena lo scorso maggio, con contestuale misura cautelare dell’obbligo di dimora e quotidiana presentazione presso la stazione dei Carabinieri di Ravenna.

Giudicato in mattinata con rito direttissimo, il magistrato ha convalidato l’arresto e il soggetto è stato tradotto in carcere, in attesa del processo

Fonte: www.ilrestodelcarlino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *