Questo articolo è stato letto 3 volte

Roma, vigili urbani a corto di divise: se le scambiano su Facebook

vigili_2

Vigili urbani a corto di divise. Vigili ingegnosi, che se le scambiano su Facebook. In origine era la benzina dei carabinieri, fu il primo, macroscopico effetto dei tagli lamentati dalle Forze dell’Ordine.

 

Il governo taglia e militari e poliziotti non sanno come pagare la benzina delle auto di servizio. E poi le stazioni dei carabinieri sprovviste di carta nelle fotocopiatrici. Oggi l’esempio romano, non sotto forma di denuncia dei diretti interessati. Succede infatti che il comandante generale della polizia locale di Roma Carlo Buttarelli abbia lanciato un appello su Facebook:

 

Ho sistemato l’armadio, operando il consueto cambio estate/inverno. Cedo a colleghi che ne avessero bisogno i seguenti capi di vestiario uniforme PLRC: n. 3 pantaloni estivi nuovi 48-6R n. 2 pantaloni invernali nuovi 48-6R n. 1 giacca estiva nuova 50-6R n. 2 giacche invernali (come) nuove 50-6R n. 1 goretex (come) nuovo con scritta retro Polizia Municipale 50 n. 6 camicie m/m nuove 39 n. 4 pullover nuovi con targhetta P.M. 50 Tali capi saranno a disposizione presso il mio ufficio dal 29 ottobre.

 

Con la nuova nomina, spiega, ha anche una nuova divisa e i vecchi abiti sono di troppo. Ecco perché li cede a qualcun altro. Ma non è solo amore per il riciclo. In poche ore arrivano 41 commenti. In uno si legge: “Grazie Comandante se non c’era lei a rifornire il Corpo… Non se ne abbia a male se scherzo, ma si rende conto come ci ha ridotto la politica …”. E un altro ancora: “Finalmente! Troppi colleghi in borghese che ricevono forniture, e chi come noi è per strada ne riceve pochi!(e si usurano in fretta)”.

 

Poche divise, che si usurano in fretta. Ecco cosa lamentano i vigili romani. Il comandante Buttarelli prova a sedare gli animi: “La verità è che occorre rivedere gli approvvigionamenti, razionalizzando le forniture. Ci stiamo già lavorando”. A giudicare dai commenti entusiastici dei vigili romani la necessità di divise è sentita eccome: “Datemi una stanza e organizzo un magazzino per il baratto”, scrive una vigilessa. Tanto che Buttarelli inizia a guardare avanti: “Non sarebbe male aprire un gruppo specifico su Facebook“.

 

Fonte: www.blitzquotidiano.it

 

Fonte:

One thought on “Roma, vigili urbani a corto di divise: se le scambiano su Facebook

  1. Più che baratto, è il caso di entrare nel ventunesimo secolo. Non sembriamo dei fantozzi con quei vestiti rigidi, scadenti e carnevaleschi? Perché non economizzare usando il sopra di pile (al posto di collo alto camicia cravatta giacca) sotto pantaloni impermeabili (tipo da neve) o di freschissimo poliestere non-stiro? Giubotti pesanti (non come quelli primaverili attuali) e polo scure (il fondotinta sul bianco non è bello) d’estate. Le scarpe meglio meglio non fornirle, perché fanno schifo. Almeno si risparmia. E i cappelli, via ciò che è ridicolo e costoso, avanti ai berretti di stoffa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *