Questo articolo è stato letto 0 volte

Uomo salvato dalla Polizia locale di Opera in via Di Vittorio, da due giorni era riverso a casa

agenti_polizia_mercato

OPERA – Salvato dalla Polizia Locale di Opera grazie ad un accordo ‘salva-vita’ stretto con la sorella. È successo la scorsa settimana quando, grazie al  tempestivo intervento degli agenti operesi, l’uomo a terra da due giorni è stato trasportato in ospedale.

 

L’ACCORDO ‘SALVA-VITA’ TRA FRATELLO E SORELLA – Tutto è successo nelle prime ore della mattinata, nell’attimo in cui la sorella dell’uomo, L.M.R., di 61 anni, ha visto per il secondo giorno consecutivo la tapparella dell’abitazione del fratello, poco distante dalla propria, abbassata.

– Con un presagio tutt’altro che positivo – i due  avevano il tacito accordo reciproco di chiamare i soccorsi se fossero rimaste chiuse le serrande – la donna ha lanciato l’allarme alla Polizia Locale operese, chiedendo agli agenti di intervenire poiché non riusciva a comunicare con il fratello, del quale non aveva notizie da alcuni giorni .

 

L’ARRIVO DELLA POLIZIA LOCALE E IL SOCCORSO – Arrivati sul posto, i poliziotti operesi sono riusciti ad entrare e, come presagito dalla parente dell’uomo, lo hanno trovato riverso a terra nella sua camera da letto.

– Immediatamente gli agenti hanno appurato che fosse ancora in vita ed hanno lanciato l’allarme al 118, i cui volontari sono arrivati in pochi minuti procedendo poi a trasportare l’uomo in ospedale.

 

IL COMMENTO DEL SINDACO DI OPERA – “È la seconda persona che viene salvata in pochi mesi dalla nostra Polizia Locale – ha commentato il Sindaco Ettore Fusco (LN) – a dimostrazione del legame tra  cittadino e Comune. Sempre più spesso, infatti, il primo numero utilizzato in caso di bisogno o pericolo è proprio quello della nostra centrale operativa oppure il  diretto della pattuglia. Rapidità nell’intervento e professionalità – aggiunge Fusco – sono i motivi della scelta che viene ripagata dalla tempestività e, soprattutto, dalla disponibilità degli agenti che io stesso ho voluto, ed ottenuto, siano in servizio anche la domenica (e mai come in questo caso è stato provvidenziale), e la sera fino alla una di notte. La vita salvata ad un uomo di 61 – conclude il sindaco operese, – è già di per se una buona ricompensa per lo sforzo dell’Ente  che ha investito sulla sicurezza a trecentosessanta gradi”.

 

Fonte:  www.cronacamilano.it

Fonte:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *